Covid: Cirio a Draghi, serve condivisione su tutti gli ambiti 

Dopo la nuova "falsa partenza" degli impianti sciistici, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha scritto una lettera al presidente del Consiglio Mario Draghi. "Ciò che ci amareggia e riteniamo irricevibile - scrive Cirio - non è il merito bensì il metodo di questa decisione, che vogliamo però considerare come l'ultimo residuo di una modalità a cui il precedente Governo ci ha purtroppo messo di fronte spesso. Per questo mi rivolgo a Lei, nella certezza che il suo Esecutivo vorrà avviare un nuovo percorso di confronto istituzionale e di condivisione su tutti gli ambiti, a partire da quelli che riguardano più direttamente l'emergenza sanitaria, economica e sociale che stiamo affrontando". Nella lettera, inoltre, il governatore del Piemonte ricorda la richiesta presentata al ministro Gelmini, di una "convocazione urgente della Conferenza delle Regioni per confrontarci sulle azioni da intraprendere. Auspico - dice Cirio - che Lei voglia partecipare all'incontro: sarebbe un segno tangibile della Sua attenzione alle difficoltà che stanno vivendo famiglie e operatori e l'occasione per avviare un dialogo nuovo e costruttivo tra lo Stato e le Autonomie locali, che possa restituire credibilità al ruolo che siamo chiamati a svolgere noi rappresentanti delle Istituzioni".

print_icon