Politecnico Torino, con i master retribuzione migliore 

I master aiutano a migliorare la propria condizione lavorativa: il tasso di occupazione e la retribuzione di chi ha ottenuto questo titolo si confermano superiori a quelli dei laureati. Lo dice il VI Report sul Profilo e sulla Condizione occupazionale dei diplomati di master di Almalaurea. Il Report ha riguardato un campione di 205 diplomati nel 2019 della Scuola Master e Formazione permanente del Politecnico di Torino, contattati a un anno dal conseguimento del titolo: 15 di primo livello e 190 di secondo livello. Il loro tasso di occupazione è pari al 93,6%: 77,8% per i diplomati di master di primo livello e 95% per i diplomati di secondo livello. Il 40,5% degli occupati (16,7% tra i diplomati di master di primo livello e 42,5% tra quelli di secondo livello) prosegue l’attività intrapresa prima del master, mentre il 25,3% ha cambiato lavoro dopo il conseguimento del titolo (33,3% tra i diplomati di primo livello e 24,7% tra quelli di secondo livello); il 34,2% degli occupati si è inserito nel mercato del lavoro solo al termine del master (50,0% tra i diplomati di primo livello e 32,9% per quelli di secondo livello). Tra coloro che proseguono il lavoro iniziato prima del conseguimento del titolo, il 90,6% ha riscontrato un miglioramento nella propria posizione lavorativa grazie al master (100% tra i diplomati di primo livello e 90,3% tra quelli di secondo livello) e, tra questi, il miglioramento riguarda soprattutto lo sviluppo di nuove competenze professionali, mentre tra chi ha iniziato l'attuale attività lavorativa dopo il conseguimento del titolo il 66,0% ritiene che il master abbia avuto un ruolo determinante per trovare lavoro (80% per i diplomati di primo livello e 64,3% per quelli di secondo livello) andando a caratterizzare in modo più definito il proprio profilo professionale. Il settore dell'industria assorbe il 79,6% dei diplomati.

print_icon