Vaccini: appello Confartigianato, obiettivo 100% immunizzati 

È necessaria la moral suasion verso i non vaccinati. Nuove chiusure o restrizioni potrebbero costare tantissimo alle imprese e ai cittadini". È l'appello di Confartigianato Torino "obiettivo zero ricoverati e 100% di vaccinati". "Il green pass delle piccole imprese si chiama senso di responsabilità - sottolinea il presidente Dino De Santis - quello che abbiamo applicato fin dall'inizio della pandemia, adottando i protocolli igienico-sanitari e rispettando con diligenza e rigore le indicazioni del Governo per evitare la diffusione del virus, perché abbiamo a cuore la salute nostra, quella dei nostri dipendenti e di tutta la comunità. Per noi non è una novità, poiché abbiamo imprese nelle quali lavorano insieme imprenditori, dipendenti e collaboratori. Per questi sono fermamente convinto che il diritto alla salute debba accompagnarsi a un dovere e alla responsabilità individuale nella cura della propria salute. Il venir meno delle restrizioni alla socialità e il fatto che la popolazione più giovane non sia in larga parte ancora vaccinata, gioco forza fa aumentare il numero di contagiati giovani con sintomi. Non vorremmo che gli sforzi fatti in tutti questi mesi, venissero vanificati. Non è possibile che ci sia ancora una grossa fetta di over 60 che non si è ancora sottoposta alla prima dose e che un troppo ampio numero di giovani, per deleteria consapevolezza, non si sia recato nei centri vaccinali. Chi non si vaccina non solo mette a rischio imprese, cittadini e ripresa, ma si espone, ed espone gli altri, al rischio di doversi tutti far carico di una recrudescenza dei ricoveri e dei relativi costi".

print_icon