Torino: salvaguardato equilibrio finanziario, no assestamento 

Il Comune di Torino salvaguarda l'equilibrio di bilancio senza la necessità di procedere a variazioni di assestamento. Lo stabilisce la delibera approvata oggi in Giunta, su proposta dell'assessore Sergio Rolando, dopo la ricognizione effettuata sulle poste attive e passive e sulla base dell'andamento della gestione finanziaria dell'ente. Dei 660 milioni di euro stanziati a livello nazionale in favore degli enti locali, messi in difficoltà dalla recente sentenza della Corte costituzionale 80/2021 in materia di ripiano del disavanzo determinato dal Fondo anticipazioni liquidità, alla Città di Torino sono stati assegnati 111 milioni 929mila euro, somma che si aggiunge ad una quota di oltre 18 milioni di euro dell'avanzo di amministrazione prudentemente accantonato e che permette "di gestire - rileva l'assessore Sergio Rolando - con sufficiente tranquillità, almeno in questa prima fase, gli effetti che la sentenza produce sui bilanci degli enti". La delibera dovrà passare al vaglio del Consiglio comunale per il sì definitivo.

print_icon