Torino: Damilano, non voto ridà città a chi l’ha rovinata

"La protesta del non voto vuol dire rimettere la città nelle mani di chi l'ha rovinata negli ultimi decenni. Bisogna andare a votare per cambiare le cose. Molti mi dicono che non ci vanno perché sono arrabbiati, ma io dico che se siete arrabbiati dovete andare a votare, se no restituite la città nelle mani di chi vi ha reso così arrabbiati". Il candidato sindaco del centrodestra e di Torino Bellissima, Paolo Damilano, si è rivolto così questa mattina ai cittadini che ha incontrato al mercato di piazza Bengasi, uno dei tanti che sta visitando nella campagna elettorale per il ballottaggio del 17 e 18 ottobre. "Giriamo nei mercati - dice - perché stiamo cercando di convincere tutti i cittadini ad andare a votare, di spiegare che i prossimi 5 anni sono troppo importanti e quindi bisogna andare a votare e mettere Torino nelle mani di chi si candida per portare buste paga in città".

print_icon