Plastic tax: Cirio, serve buonsenso si deve fare un percorso

"Quando si parla di 'plastic free' e 'sugar free' serve innanzitutto buonsenso: si deve capire che il cambiamento richiede un percorso, anche perche' si tratta della vita e delle persone sotto il profilo economico, che poi si traduce in posti di lavoro". Cosi' il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, intervenuto a chiudere con l'assessore regionale al Lavoro Elena Chiorino il convegno su questi temi tenuto oggi a Torino. "Siamo tutti convinti - ha detto Cirio - che l'ambiente debba essere tutelato in quanto risorsa fondamentale al pari della salute. Ma e' fondamentale introdurre un meccanismo di buon senso, che io credo in qualche modo sia stato anche riconosciuto dal ministero, il quale infatti si chiama della Transizione ecologica. Questo nome ci dice che dobbiamo fare un percorso: e' un esercizio non sterile, ma anzi molto produttivo". "Credo che anche il nostro Consiglio regionale - ha aggiunto il presidente - debba essere coinvolto su questi argomenti, in modo che le Regioni non diventino soggetti che subiscono, ma siano invece soggetti che attivamente concorrono alla transizione ecologica, cioe' al percorso che si deve fare, sempre tenendo presenti anche i livelli occupazionali che in Italia l'industria alimentare ha sempre garantito". "Quando ero europarlamentare a Bruxelles - ha concluso Cirio - mi sono occupato del tema 'sugar free': non va dimenticato che a volte le norme che arrivano dall'Europa sono figlie di interessi economici diversi dai nostri". 

print_icon