Gdf: in Piemonte-Vda 39.394 interventi ispettivi in 17 mesi

Nel 2021 e nei primi cinque mesi del 2022, i reparti del comando regionale Piemonte - Valle d'Aosta della guardia di finanza hanno eseguito 39.394 interventi ispettivi e 3.433 indagini per contrastare gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell'economia: "un impegno - viene evidenziato - a tutela di famiglie e imprese, destinato a intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza". I dati vengono forniti in vista del 248° anniversario della fondazione della Gdf, alla presenza del comandante regionale Piemonte-Valle d'Aosta, generale di divisione Benedetto Lipari, e delle massime autorità locali, nella caserma Emanuele Filiberto di Savoia Duca d'Aosta. Le attività investigative e di analisi sui crediti d'imposta hanno permesso di accertare indebite compensazioni per oltre 15 milioni di euro, con sequestri già eseguiti per 10,5 milioni. L'impegno a tutela della corretta destinazione delle misure introdotte dalla legislazione emergenziale non ha riguardato solo i bonus fiscali, ma anche i contributi a fondo perduto e i finanziamenti bancari assistiti da garanzia, oggetto di quasi 1.000 controlli, che hanno portato alla denuncia di più di 149 persone per l'indebita richiesta o percezione di oltre 74 milioni. In materia di riciclaggio e autoriciclaggio sono stati eseguiti 104 interventi, con la denuncia di 245 persone, di cui 64 arrestate, e al sequestro di beni per un oltre 46,5 milioni, mentre sono 3 gli arresti per usura. Il soccorso alpino della guardia di finanza, attraverso le proprie 6 stazioni site sull'arco alpino piemontese e valdostano, ha eseguito 392 interventi di soccorso in montagna che hanno permesso di portare in salvo 413 persone.
 
La ricorrenza, molto sentita dalle Fiamme gialle in servizio e da quelle in congedo, rappresentata dall'Associazione nazionale finanzieri d'Italia (Anfi-sezioni di Torino e di Aosta), vedrà la partecipazione, nella piazza d'armi della caserma, di tutti i comandanti provinciali e del comandante territoriale di Aosta, dei comandanti dei reparti alla sede, di una rappresentanza di militari in servizio nel capoluogo piemontese nonché della Fanfara della Brigata Alpina Taurinense dell'Esercito italiano, che fornirà il proprio apporto per l'accompagnamento musicale. Nel corso della cerimonia, anticipata da un momento di raccoglimento dedicato alla deposizione di una corona d'alloro ai piedi della Bandiera nazionale, in onore dei militari del Corpo caduti in servizio e nell'adempimento del dovere, sarà data lettura del messaggio del presidente della Repubblica e dell'ordine del giorno speciale del comandante generale della guardia di finanza, per proseguire poi con la consegna di alcune ricompense di ordine morale ai militari particolarmente distintisi in servizio. 

print_icon