Calcio: Daspo per 21 ultras del Torino per scontri a Nizza

La Questura di Torino ha emesso 21 provvedimenti Daspo, con divieto di accedere agli impianti sportivi in occasione di competizione all'estero con durata da 1 a 10 anni, nei confronti degli appartenenti a un gruppo degli Ultras Granata 1969. I daspati sono tra i responsabili degli scontri scoppiati con i loro rivali francesi nell'antistadio dell'Allianz Riviera, prima dell'amichevole Nizza-Torino giocata lo scorso 30 luglio e di un tentativo di aggressione avvenuto al termine della partita di campionato di serie A, Torino-Lazio, il 20 agosto, nei confronti di tifosi provenienti da Roma. Otto degli ultras colpiti da provvedimento erano già sotto Daspo quando si erano recati in Francia, nonostante fosse  a loro vietato assistere a partite. Gli italiani autori degli scontri all'Allianz Riviera erano stati arrestati dalla polizia francese e rilasciati alcuni giorni dopo. E' stato possibile emettere il Daspo nei loro confronti grazie alla collaborazione internazionale tra la Digos della Questura di Torino e la polizia di Nizza. Alcuni ultras granata finiti nei guai si erano già resi protagonisti di una rissa con i tifosi juventini scoppiata la sera del 26 settembre 2020 in piazza Vittorio Veneto a Torino, quando si erano scontrati con gli avversari a colpi di cinture e manganelli estraibili. Non solo. Sempre tra i daspati di oggi ci sono ultras che erano stati condannati per un'altra aggressione avvenuta il 19 giugno 2021 fuori dal ristorante La Caravella, di via Fratelli Vasco, quando c'era stato un raid degli Ultras Granata contro un esponente di un gruppo sempre appartenente alla tifoseria granata, ma rivale, i Torino Hooligans. Nell'occasione gli Ug avevano fatto irruzione nel dehors del locale, aggredendo anche altri clienti, rovesciando e lanciando sedie, piatti e bottiglie di vetro e aveva anche rubato il telefono e il portafogli della vittima, che aveva riportato lesioni con prognosi di dieci giorni. 

print_icon