ECONOMIA DOMESTICA

Gas, il prezzo crolla sotto i 60 euro

Le quotazioni scendono dell'11% a 57,6 euro al megawattora, registrando una flessione del 24% dall'inizio dell'anno. Torna ai livelli di settembre 2021. Segnale positivo delle Borse europee. Ora si attendono segnali dalle banche centrali sui tassi

Il prezzo del gas scende sotto i 60 euro tornando ai livelli di settembre 2021. Le quotazioni sono diminuite con l’aumento dei flussi di Gnl verso l’Europa a causa degli stoccaggi pieni in Cina. Gli operatori concentrano la loro attenzione sulle temperature, più alte rispetto alla media stagionale. Le quotazioni scendono dell’11% a 57,6 euro al megawattora, registrando una flessione del 24% dall’inizio dell’anno. Prezzo in calo anche a Londra dove si attesta a 145 penny per mille unità termiche britanniche (Mbtu), con una flessione del 10,8%. Le Borse europee, orfane di Wall Street chiusa per festività, proseguono le contrattazioni senza particolare slancio ma in terreno positivo. Gli investitori concentrano l’attenzione sul forte calo del prezzo del gas che inciderà sui costi dell’energia e conseguentemente sull’inflazione. La frenata della corsa dei prezzi resta fondamentale per le banche centrali che dovranno decidere le loro prossime mosse sul rialzo dei tassi.

print_icon