Fim CIsl, nubi in Piemonte per investimenti Intel e Italvolt 

Sono a rischio gli investimenti di Intel e Italvolt in Piemonte. È quanto sostiene la Fim Cisl Torino Canavese. "Riteniamo che quello che si sta delineando per il Piemonte, in particolare per l'area torinese - spiega il segretario Davide Provenzano - sia estremamente preoccupante, l'investimento di Intel e di Italvolt sono fondamentali per superare il momento di difficoltà del settore auto e per gestire eventuali esuberi che temiamo possano esserci con la fine della produzione del motore endotermico previsto per il 2035. Perdere potenzialmente 10.000 nuovi posti di lavoro per la nostra industria sarebbe drammatico, il settore Automotive con tutto il suo indotto ha bisogno di un polmone occupazionale, che con la dovuta riqualificazione di competenze degli addetti, possa superare questi anni cosi incerti".

 

print_icon