Affidi: difesa, prosciolti da accusa fondata sul nulla

"Il procedimento purtroppo è partito da un presupposto errato e da un pregiudizio. E per fortuna il Giudice dell'udienza preliminare - anche grazie alla modifica della regola di giudizio dell'udienza preliminare introdotta dalla riforma Cartabia - ha prosciolto subito quasi tutti gli imputati che rischiavano un processo davvero ingiusto e fondato sul nulla". È quanto dichiara l'avvocato Claudio Strata, difensore di una delle operatrici dei servizi sociali del Comune di Torino prosciolta all'udienza preliminare per il caso dell'affidamento di due bimbi di origine nigeriana.

print_icon