GLORIE NOSTRANE

"Ucraini da mandare al macello", prof del Poli fuori di Zucchetti

Sconcerto per le parole vergognose del docente torinese dopo la sconfitta della nazionale di Kiev. "Sono ottime notizie devono andare fuori al più presto. Il loro fuhrerino poi ha bisogno di soldati per difendere la democrazia? Bene, fra poco ne avrà 22 in più"

“Gli ucraini mi danno fastidio solo a vederli” e quando verranno eliminati dal campionato europeo di calcio “saranno 22 in più da mandare al macello”. Massimo Zucchetti, il professore del Politecnico di Torino che nei giorni scorsi si era incatenato ai cancelli nel corso di una manifestazione Pro Palestina, non nasconde le sue antipatie verso la nazionale ucraina in un post pubblicato su Facebook a commento della sconfitta per 3 a 0 rimediata dalla Romania. “Sono ottime notizie – scrive il sedicente candidato al Nobel – devono andare fuori dai coglioni al più presto. Il loro fuhrerino poi ha bisogno di soldati per difendere la democrazia? Bene, fra poco 22 in più da mandare al macello”.

“È intollerabile che un docente universitario, un uomo che dovrebbe fare della formazione e della cultura il suo faro, si esprima con parole di violenza e intolleranza verso un intero popolo. Zucchetti nelle sue espressioni contro gli ucraini disonora il suo ruolo e l’ateneo”, dichiara la senatrice Silvia Fregolent, coordinatrice di Italia Viva in Piemonte, commentando il post su Facebook del docente del Politecnico. “Le università sono luoghi di dialogo e cultura. L’atteggiamento di Zucchetti è quanto di più lontano proprio dal dialogo e dalla cultura. Mi auguro – conclude Fregolent – che il professore chieda scusa per le sue parole offensive e che il Politecnico prenda immediatamente le distanze dalle dichiarazioni del docente”.

Zucchetti oltre che prendersela con il popolo ucraino, ha attaccato anche il presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Nei giorni del G7 ha pubblicato un fotomontaggio dal contenuto sessista. “Mi auguro che le donne dell’opposizione non lascino che un simile episodio scivoli nell’oblio e che esprimano solidarietà al presidente Meloni”, scrive in una nota la senatrice di Fratelli d’Italia Susanna Donatella Campione, componente della commissione bicamerale contro la Violenza di genere.

print_icon