GRANA PADANA

Vannacci in Europa, a nome del Nord

L'intendenza del partito non lo voleva ma il generale opta proprio per la prima circoscrizione, una scelta che ha il sapore della beffa (o della vendetta). Resta a casa il "pittoresco" Ciocca che però lavorerà al fianco del Capitano. Come poteva privarsene?

Il generale Roberto Vannacci ha optato per essere eletto nel Nord-Ovest nelle elezioni europee 2024. Il candidato della Lega con 186.966 preferenze nella circoscrizione che comprende Piemonte, Lombardia e Liguria ha ottenuto il suo migliore risultato. “Ringrazio il Generale Vannacci per una scelta che permette alla Lega di avere una rappresentanza territoriale equilibrata in tutto il Paese, sicuro che Roberto darà un contributo sempre più prezioso in una fase storica e internazionale che ci vedrà protagonisti”, dice Matteo Salvini, leader del Carroccio.

Con le sue 38.738 preferenze Angelo Ciocca, europarlamentare pavese uscente, si era piazzato al quarto posto dietro a Vannacci, Sardone e Tovaglieri e a questo punto resterà fuori da Bruxelles. Personaggio piuttosto pittoresco, Ciocca è balzato alla ribalta delle cronache per aver calpestato – “con una suola made in Italy” – la relazione di Moscovici subito dopo che il commissario europeo agli Affari economici, con diplomazia e fermezza, aveva bocciato la manovra italiana. Ma Angelo Ciocca, classe 1975, europarlamentare della Lega, nato a Pavia, ma residente a San Genesio ed Uniti, di spettacoli ne aveva offerti molti. Per protestare contro l’abolizione dell’ora legale si era presentato in aula a Strasburgo con un gigantesco orologio. Nel 2014 prese a martellate una slot machine per dire basta al gioco d’azzardo. Ad aprile 2018 un blitz al sesto piano del Dea-Policlinico San Matteo, dove era ricoverato un albanese di 26 anni ferito all’addome nel corso di una tentata rapina a Casteggio. Al rapinatore ferito consegna un cartellone: “Devi tornare a casa tua: il tuo crimine ci è costato 6.500 euro. Chiedi scusa agli italiani!”. Dopo una sommossa nel carcere di Pavia innescata da tre detenuti tunisini, invoca l’introduzione di un collare elettrico per i carcerati per sedare sul nascere comportamenti aggressivi. Contro l’invasione del falso made in Italy, ha invaso il palazzo della Regione Lombardia di una sua versione “cartonata” nei panni di un cuoco.

Due i soprannomi che gli hanno affibbiato: “bulldog” per la sua capacità di aggredire e cavalcare le notizie e “Brad Pitt” per il suo aspetto fisico. Lambito da un’inchiesta dei Ros sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Lombardia, resta però fuori dal processo- I giudici contabili della Corte dei Conti lombarda invece lo condannano quando ormai è ex consigliere regionale della Lega Nord. Poteva il Capitano privarsi di un simile cavallo di razza? Ovviamente no. “Stamattina ho incontrato Angelo Ciocca, uomo che ha la mia piena stima e fiducia, e che da ora in avanti lavorerà direttamente al mio fianco”, ha dichiarato Salvini.

Dopo la scelta di Vannacci è definitivo l’elenco degli eletti a Strasburgo della Lega: Silvia Sardone, Isabella Tovaglieri, Anna Maria Cisint, Paolo Borchia, Roberto Vannacci, Susanna Ceccardi, Aldo Patriciello e Raffaele Stancanelli.

print_icon