Lo Russo, "fermo metro necessario per migliorare il servizio"

Il fermo della metropolitana dal 3 agosto al primo settembre "è necessario, l'obiettivo è modernizzarla e renderla più efficace e sicura". A ribadirlo, nella diretta radio del martedì, il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo che assicura "cercheremo di minimizzare i disagi". "La nostra metropolitana ha quasi 30 anni, è stata pensata con delle logiche degli anni '90, con una tecnologia che oggi è vecchia", dice, spiegando che, ad esempio, "per far circolare i veicoli in sicurezza deve chiudere almeno 8 ore su 24 per permettere i cicli manutentivi e le verifiche lungo la tratta. Quindi è una metro oggi non più attuale. Stiamo quindi provando ad adeguare i sistemi per compattare al massimo possibile i cicli manutentivi coi fermi della metro - illustra -, e per fare questo cambio di tecnologia serve bloccarla per qualche settimana". Lo Russo sottolinea che "non ci fa piacere, ma l'obiettivo è modernizzarla e renderla più efficace e il momento dell'anno in cui è possibile è l'estate. Sappiamo che stiamo producendo dei disagi ma non lo facciamo per un capriccio, ma perché va fatto. Gtt ha un incarico molto preciso dalla Città, accelerare il più possibile i lavori, non perdere tempo, avere le squadre che lavorano in modo continuativo, e per quanto possibile cercheremo di minimizzare gli impatti attraverso il servizio bus sostitutivo. Sappiamo che la metropolitana è meglio - conclude - ma il tema della sicurezza del trasporto delle persone per noi è rilevante".

print_icon