PALAZZO CIVICO

Consiglio al verde e senza un tetto

L'assemblea di Torino ha le casse vuote e non può più pagare le spese nella sede dell'ex Provincia. Così la maggioranza Cinquestelle chiede asilo a Laus, che apre le porte di Palazzo Lascaris. Napoli (FI): "Ancora una volta le minoranze salvano la faccia ai grillini"

TROPPO CARA Anche l'aula del Consiglio metropolitano sta per essere lasciata

Consiglio comunale senza casa. Se per anni i trasferimenti all’ordine del giorno sono stati quelli dei politici che con disinvoltura passavano da un partito all’altro, ora a diventare itinerante è l’intera assemblea di Torino. Dopo il crollo di un pezzo di soffitto della Sala Rossa, avvenuto lo scorso luglio, le riunioni d’aula si sono spostate nella sede del Consiglio metropolitano, in piazza Castello, dove però la Città Metropolitana chiede 60 euro all’ora per le spese di personale (apertura dell'aula, attivazione degli impianti audio, ecc). Ben presto i soldi sono finiti, tanto che oggi nelle casse del Consiglio ci sono la bellezza di 300 euro, che bastano appena per una seduta. Anche i gruppi di maggioranza e opposizione, che finora hanno rinunciato a una parte dei propri contributi per coprire tali spese, sono rimasti a secco e così, come comunicato questa mattina dal presidente Fabio Versaci alla riunione dei capigruppo è necessario trovare soluzioni alternative.

Intanto il numero uno di Forza Italia Osvaldo Napoli va all’attacco: “Dopo la vicenda della metro 2, ancora una volta la maggioranza a Cinque stelle prova a salvare la faccia grazie alle minoranze” dice riferendosi proprio alle risorse destinate alle varie formazioni politiche per pagare l’affitto, ma non solo. Un paracadute potrebbe essere attivato nelle prossime ore dal vertice di Palazzo Lascaris Mauro Laus, il quale, secondo alcuni sondaggi informali, avrebbe teso una mano ai colleghi comunali, dando la propria disponibilità a mettere a disposizione gratuitamente l’aula del Consiglio regionale almeno fino a fine novembre quando si dovrebbero concludere i lavori di ristrutturazione della Sala Rossa. Per il momento il Consiglio è senza un tetto.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento