A maggio un re, a giugno la Repubblica


	A maggio un re, a giugno la Repubblica

Giugno 1946: la Monarchia muore nell'ombra, tra l'amarezza di un esilio senza appello e le proteste per una sconfitta contestata; ma la Repubblica nasce oscura e in silenzio. Oliva ricostruisce l'Italia del referendum - di Pier Franco QUAGLIENI

Gianni Oliva ricostruisce nel suo libro - Gli ultimi giorni della Monarchia  (Mondadori) - con assoluto rigore storico i mesi tra maggio e giugno 1946, quando si tenne la campagna elettorale e si concluse il referendum tra Monarchia e Repubblica che divise il Paese in due blocchi: 12.700.000 italiani favorevoli alla Repubblica contro poco meno di 11.000.000 che si pronunciarono per la Monarchia,come annunciò il Ministro degli Interni di allora, Giuseppe Romita. L’autore, che ha al suo attivo una pregevole biografia di Umberto II, mette in risalto il ruolo decisivo avuto da quello che con dileggio venne chiamato il “re [...]

Leggi l'articolo

Lettere oltre le sbarre

La corrispondenza tra l'ergastolano e il giudice che gli inflisse la pena raccontata da uno dei due protagonisti, il magistrato Fassone. Dopo 33 anni le porte della cella potrebbero aprirsi, "a 56 anni Salvatore ha ancora una vita da vivere"


	Lettere oltre le sbarre
10:31 Lunedì 14 Marzo 20160

“Caro presidente”. “Caro Salvatore”. Le lettere cominciano tutte così. Una corrispondenza lunga ben ventotto anni. A renderla speciale sono i suoi protagonisti: Salvatore è un ergastolano e “il presidente” (del Tribunale) il giudice che sancì la sua condanna a vita. Un dialogo ricco di umanità che oggi è diventato un libro “Fine pena: ora”, edito dalla siciliana Sellerio.   Com’è cominciato ce lo racconta “il presidente”. Lui si chiama Elvio Fassone, è un magistrato pinerolese che ha ric [...]

Una generazione in Catena

Sono i ragazzi “vintage”, quelli prossimi alla quarantina che ancora indugiano in una finta adolescenza. Social e sesso estremo (molto virtuale) perché la regola è quella di “perdere tempo”. Un pezzo di Torino nel nuovo libro di Desy Icardi


	Una generazione in Catena
09:55 Mercoledì 27 Gennaio 20162

Dalle 50 sfumature di grigio ai 50 nodi di Catena. Chissà se casuale o voluto, il nesso viene facile sfogliando le pagine di Dove scappi? romanzo eroticomico in 50 nodi di Desy Icardi, edito dalla Golem Edizioni, torinese come la sua autrice. In verità, non si tratta dell’ennesima riproposizione, più o meno riuscita, della celebre trilogia inglese che ha “sdoganato” in letteratura le pratiche Bdsm, anche se come l’opera della James il libro tende a “leggere” la condizione esistenziale di una generazione dal punto di vista del [...]

Cacciati o incapaci?

Dissidenti epurati perché scomodi o personaggi inadeguati a reggere il confronto con forti leadership. I casi degli esiliati della Seconda Repubblica, da Fini a Verdini, fino ai transfughi grillini. Un libro con prefazione di chi sussurra(va) ai potenti


	Cacciati o incapaci?
11:08 Lunedì 09 Novembre 20151

Da un lato i dissidenti, diventati ormai molto ingombranti nella politica italiana. Dall’altro gli uomini soli al comando (innanzitutto Renzi). Due facce della stessa medaglia, non una contrapposizione ma un’alleanza: l’espressione più evidente dell’egocrazia che ha sostituito la nostra già fragile democrazia. È questa la tesi di Che fai... li cacci?, l’ultimo libro di Alberto Di Majo. Il giornalista del quotidiano Il Tempo percorre un viaggio tra i ribelli di tutti i partiti. Comincia da

Il lato oscuro di Torino

C'è un'altra città dietro la patina luccicante di capitale della cultura e del loisir che la potente macchina della propaganda ha costruito e imposto. Quella dove banche e privati guidano la mano pubblica e ci si vergogna del proprio passato senza sapere dove andare

08:13 Lunedì 21 Settembre 2015 2

Torino ha cambiato pelle. Persino banale a dirsi. Da capitale dell’industria, ferrigna e tristanzuola, è diventata un centro rutilante di iniziative, un polo culturale, persino una meta turistica. È la città italiana che ha saputo meglio reinventarsi trovando nuove e inedite [...]

I congiurati della libertà

Tra il 1789 e il 1815 s'affolla un'umanità eterogenea di impostori ed eroi. In Piemonte un manipolo di giacobini cerca di convincere Bonaparte ad abbandonare l’esilio dell'Elba per guidare l'unità italiana. Un bel libro di Massimo Novelli

09:13 Martedì 14 Luglio 2015 0

1815. Un anno fatale per i destini politici dell’Europa. Il declino dell’età napoleonica e la conseguente Restaurazione sancita con il Congresso di Vienna, gli ideali e le speranze “libertarie” suscitate dal piccolo grande generale corso e dalle conseguenze della rivoluzione francese, to [...]

Il fallimento delle Regioni 

16:53 Domenica 14 Giugno 2015 6

Racconto del più grande “imbroglio politico” della Repubblica, tra malaffare e sprechi: quel federalismo regionale i cui effetti pesano come macigni sugli ospedali, lo smaltimento dei rifiuti, i servizi per i cittadini, ormai sempre più diseguali

L’oratorio dietro le sbarre

09:32 Lunedì 11 Maggio 2015 0

In un libro il racconto di 35 anni di Domenico Ricca, salesiano, cappellano del carcere minorile di Torino Ferrante Aporti. Un omaggio a don Bosco nel bicentenario della nascita e al suo “sistema preventivo”

Al centro i cittadini

16:56 Domenica 29 Marzo 2015 0

Partire dalle città per creare uno sviluppo durevole, cioè che non si limiti a riprendere fili della crescita perduta, ma che rilanci pensando alle generazioni future. È questo l’ambizioso progetto che si propone il libro curato dall’ex sindaco di Bologna, Walter Vitali

Liberi uomini in libero mercato

17:40 Domenica 15 Marzo 2015 0

Democrazia e sviluppo economico, un connubio inscindibile? Il caso della primavera araba e la parabola delle istituzioni occidentali. Un libro, scevro da ideologie e pregiudizi, affronta il tema in chiave interdisciplinare

I brontoburocrati non mollano

21:10 Domenica 08 Marzo 2015 0

Li chiamano i dinosauri della pubblica amministrazione, ma non sembrano affatto sul punto di estinguersi. Sono i 70mila fortunati (giudici costituzionali, ambasciatori, grand commis) dai lauti stupendi e grandi privilegi, praticamente intoccabili

Le grandi Alpi

09:30 Lunedì 12 Gennaio 2015 0

Un volume collettaneo raccoglie saggi di esperti che si confrontano da tempo con i temi dello sviluppo regionale e degli assetti istituzionali. Una Macroregione alpina per ripensare l'Europa, dal punto di vista politico, economico e produttivo, sociale e culturale

Una classe di Rottamatori

09:57 Martedì 11 Novembre 2014 2

L'avvento di Renzi ha reciso le radici delle tradizionali culture politiche e alterato i processi di selezione (e formazione) del ceto politico. Nel suo nuovo libro Merlo ragiona sui nuovi quadri dirigenti. Del Pd e non solo

I dannati redenti 

16:55 Domenica 26 Ottobre 2014 0

In un saggio avvincente lo storico torinese Oliva entra fra le pieghe di un esercito fuori dalle righe, quello della Legione Straniera. Un’umanità di sconfitti, di anime nere, ma anche di spiriti irrequieti e di sognatori che faranno fortuna