PERSONAGGIO

Ultimo colpo di Coda


	Ultimo colpo di Coda

È del ras socialista il corpo trovato ieri nel Po. Scompare a quasi 90 anni dopo una lunga carriera, tra luci e ombre, nel Garofano di Torino. Fu l’artefice della prima elezione a Montecitorio di Amato

Non ci sono più dubbi. È di Francesco Coda Zabet il cadavere trovato ieri nel Po all’altezza del ponte di Lungo Stura Lazio. I familiari lo hanno riconosciuto questa mattina, dopo che lo scorso 27 luglio era scomparso dall’ospedale Molinette, in cui si era recato per delle visite di routine prima di partire per le vacanze a Camogli. Avrebbe compiuto 90 anni tra pochi giorni, tra gli anni Settanta e Ottanta fu tra i protagonisti della vita politica torinese, con una scintillante carriera – tra luci e ombre – nel Psi di Torino. Gli ideali non erano il suo forte, l’organizzazione delle truppe, al contrario, e la capacità di far eleggere “anche un [...]

Leggi l'articolo
EX CATHEDRA

“Cinquestelle inadeguati, sinistra parolaia”

A cavallo tra ricordi personali e testimonianze storiche, con la consueta verve l'ex ministro Forte sferza la politica contemporanea. "Ciò che propone Appendino non è quello che serve a Torino". E il Pd renziano fa "chiacchiere inconcludenti"

“Cinquestelle inadeguati, sinistra parolaia”
08:00 Domenica 16 Luglio 20171

“Ha deciso di farti sposare Torino. Mi disse così, sorridendo, Vando Aldrovandi quando gli raccontai della lettera che Luigi Einaudi volle che firmassi impegnandomi

2 GIUGNO

Una Repubblica (s)finita nel pantano

Settantun anni e dimostrarli tutti. La giovane fanciulla turrita è diventata una vecchia arcigna e rancorosa che guarda con diffidenza ogni novità. L'occasione mancata delle riforme costituzionali. C'è poco da festeggiare, afferma la giurista Poggi


	Una Repubblica (s)finita nel pantano
08:00 Venerdì 02 Giugno 20170

Settantuno anni e più di “qualche acciacco”. Quella giovane turrita di belle speranze oggi ha i tratti di una donna incanutita soggiogata dall’età. Happy birthday Repubblica, quella “fondata sul lavoro”

COSE (E)INAUDITE

L’economia? È un’opinione

Tasse e magheggi, l'illusione della proprietà, l'inganno della spesa pubblica, la zavorra politica. In edicola con il Giornale il nuovo pamphlet di Foschi: un punto di vista anticonformista nato dalla rubrica "liberista" dello Spiffero


	L’economia? È un’opinione
07:30 Giovedì 11 Maggio 20170

Una panoramica sull’economia italiana da una prospettiva liberale, anzi liberista, dei processi che hanno caratterizzato il Bel Paese

MEMORIA (CON)DIVISA

Nuova Resistenza contro lo s-fascismo

Alla fiaccolata del 25 Aprile con Volli, intellettuale fuori dal coro ed esponente della comunità ebraica. “Oggi il rischio per la democrazia arriva da quel mix di retorica populista e struttura di comando autoritaria”. Il pericolo del grillismo

08:00 Martedì 25 Aprile 2017 1

“Portare a spasso la bandiera palestinista nelle manifestazioni del 25 Aprile è come esibire la svastica; insultare la stella di Davide della Brigata Ebraica, sotto il cui segno da anni si raccolgono gli ebrei è insultare la Resistenza. Il 25 aprile è stato sequestrato dai f [...]

GENETLIACO POLITICO

Genio, 70 anni da socialista

Dirigente politico, amministratore locale, parlamentare. Bozzello festeggia la sua lunga militanza nel Psi, da Nenni a Craxi. La sua Castellamonte, di cui è stato sindaco, gli conferisce la cittadinanza onoraria. Il ritratto di Giusi LA GANGA

08:17 Venerdì 21 Aprile 2017 1

Settant’anni di adesione ad un partito sono cosa rara e meritano di essere commentati.  1947-2017, tutta la vita della Repubblica, con le sue vittorie e le sue crisi, con le conquiste sociali e il benessere diffuso, con le sue zone d’ombra e le sue vicissitudini. Di una Repubblica vissuta mi [...]

ALWAYS ON THE MOVE

“Torino, piccola non è bella”

07:30 Venerdì 14 Aprile 2017 2

Serve un piano, non solo urbanistico, per delineare il futuro della città, ma soprattutto non ci si può rassegnare alla perdita di abitanti. “Se non torna crescere sarà una residenza per anziani”. L’analisi del professor Cantamessa

EGEMONIE AL TRAMONTO

Ricolfi: “La sinistra è spacciata”

17:55 Venerdì 07 Aprile 2017 1

Il sociologo torinese torna a sferzare la gauche nostrana e demolisce uno dei mostri sacri dell'azionismo sabaudo. "Ha perso il suo popolo, continuando a ritrovarsi tra i suoi simili, coltivando la presunzione della superiorità morale"

OBITUARY

Morto Plebe, il filosofo che tradì Marx

11:39 Venerdì 17 Marzo 2017 0

Intellettuale controverso, nato ad Alessandria, profondo studioso del pensiero comunista. Fece scandalo la sua adesione al Msi di Almirante. A Torino negli anni Settanta promosse un celebre (e contestatissimo) convegno per la difesa della cultura

TRAVAGLI DEMOCRATICI

Pd, caccia al tesoro ex Pci

07:20 Giovedì 09 Febbraio 2017 0

In Piemonte la rete di fondazioni custode del patrimonio post comunista è un partito parallelo. Immobili, opere d'arte, lasciti dei compagni. Dalla Longo di Alessandria alla Bendini di Collegno. E in caso di scissione...

LA SACRA RUOTA

L’Agnelli cancellato dall’album di famiglia

08:00 Martedì 15 Novembre 2016 2

Una messa di suffragio a Ginevra e una commemorazione islamica a Teheran. A sedici anni dalla sua tragica morte, sul figlio dell'Avvocato prosegue la damnatio memoriae. Cosa non nuova nella secolare storia della schiatta - di GIGI MONCALVO

SACRO & PROFANO

Il Piemonte ha perso la fede

08:30 Martedì 01 Novembre 2016 3

Chiese vuote, vocazioni in crisi, cala la frequenza ai sacramenti. E dopo le parrocchie si accorpano pure le diocesi. La regione dei Santi sociali diventa terra di evangelizzazione, da parte di fedeli immigrati. Lo studioso Introvigne: "Nulla di deterministico"

FEUILLETON

Pene di una Signora perbene

08:15 Domenica 30 Ottobre 2016 0

Con una specie di sciarada letteraria Romilda Bollati fissava i rendez vous nella sua "femminière" torinese con il gran ciabellano degli Agnelli Gabetti. Vita sentimentale e amorazzi di madama Carpano nel libro sui Caracciolo di GIGI MONCALVO

SACRO & PROFANO

“Camminare insieme”, ma che fatica

09:10 Domenica 09 Ottobre 2016 0

Ricorrono i trent'anni dalla morte del cardinale Michele Pellegrino e quarantacinque anni dalla pubblicazione della sua lettera pastorale. Che rimane di quella stagione del "vescovo rosso"? L'analisi e i ricordi di don Ermis Segatti