GLORIE NOSTRANE

Italia in bocca al Lapo

Elkann junior si "offre" al prossimo governo, "qualsiasi", per vendere il Paese nel mondo. E con piglio berlusconiano recita: "Credo nella mia patria, ma ha bisogno di aiuto. Qui è dieci volte più difficile fare impresa". Disposto a lavorare "gratis"

«Credo nella mia patria, credo che il mio Paese abbia bisogno di aiuto e di stimoli. Io ci sono. Se altri vogliono farlo, facciamolo assieme, per risvegliare l’amore per il nostro Paese. Un amore che chi guida il Paese, forse, non ha». Lapo Elkann è preoccupato per le sorti dell’Italia e, alla vigilia dell’appuntamento elettorale, manifesta la sua disponibilità a dare una mano.

Il pirotecnico nipote di Gianni Agnelli ne parla in un’intervista esclusiva al sito internet di Vanity Fair in cui annuncia la nuova campagna scelta per la sua Italia Independent, #EveryONE, per la difesa di tutte le differenze. «Io, gratis, sarei onorato di aiutare l’Italia a rilanciarsi in termini di comunicazione a livello mondiale - sottolinea Lapo - . Voglio “vendere” l’Italia, le sue qualità, le sue bellezze e specificità, nel mondo. Mi offro volontario, a disposizione di qualsiasi governo avremo da qui a un mese. Sogno di aiutare il mio Paese», aggiunge l’imprenditore, che della propria generosità - precisa - non ne fa un impegno politico a favore di questo o di quel partito. «Noi imprenditori, oggi, non siamo aiutati dalle strutture, il sistema del Paese non ci sostiene - sostiene ancora Elkann -. Se un imprenditore vuole concretizzare idee e progetti, in Italia, deve sbattersi dieci volte più di quanto debbano fare i francesi o i tedeschi. Non è giusto».

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    17:42 Giovedì 22 Febbraio 2018 moschettiere Affidabile?

    Ecco, ci mancava proprio lui. Qualcuno può prenderlo sul serio? Che sia dotato di caratteristiche al di sopra della norma, non ci piove... ma bastano quelle? Vuole vendere l'Italia... importante è che non se la fumi!

Inserisci un commento