SCUDOCROCIATI

Rete Bianca in ritiro (politico)

Due giorni a Susa per lanciare un progetto che richiami il cattolicesimo democratico. Merlo, Leo e Carmagnola i promotori: "Ci prepariamo per europee e regionali. Interlocutori privilegiati le liste civiche del centrosinistra"

Più che esercizi spirituali servirebbe una seduta spiritica per riportare in vita se non la vecchia cara (almeno per alcuni) Democrazia Cristiana, almeno il suo afflato ideale. “Primum vivere” è il monito di Giampiero Leo, uno dei tre temerari che da mesi prova a dar vita a un progetto di aggregazione di quel (poco) che rimane del cattolicesimo democratico. Assieme a lui l’ex parlamentare, discepolo di Carlo Donat Cattin, Giorgio Merlo, e Mauro Carmagnola, tra coloro che non si sono mai rassegnati alla svolta di Mino Martinazzoli e ancora contestano giuridicamente lo sciogliemento della Dc.

Dalla Balena Bianca alla Rete Bianca, “per il futuro del cattolicesimo politico. Un nuovo civismo per il Piemonte” è il titolo della due giorni che hanno organizzato il 6 e 7 ottobre presso la Casa San Francesco di Susa. Un progetto nato per “superare la dottrina del cardinal Ruini, il quale teorizzava la diaspora dei cattolici nel variegato arcipelago politico così da influenzare ogni schieramento” spiega Leo. Una scelta da aggiornare con un programma dal profilo identitario “come indicato dal successore di Ruini alla Cei, il cardinal Bassetti”. Un unico tetto sotto il quale accogliere quel mondo cattolico sempre più disorientato e alla ricerca di una rappresentanza.

L’orizzonte sono le elezioni europee e quelle regionali, a queste ultime gli interlocutori privilegiati sono le componenti civiche del centrosinistra (o "dell'ex centrosinistra" precisa Merlo), in particolare la lista Monviso di Mario Giaccone. A Susa, tra i relatori, ci sarà anche l'assessore regionale Alberto Valmaggia, a dimostrazione di un dialogo ormai in stato avanzato. Porte aperte anche alle anime perse del centrodestra e degli altri partiti, mentre, conclude Leo “mi sembra difficile oggi un’alleanza con Salvini”.

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    07:11 Sabato 15 Settembre 2018 krgferr Mah...

    "Cattolici Democratici"? Viste le ispirazioni, e gli esempi, provenienti da oltre Tevere sopratutto in questo scorcio d'anno, il termine mi sembra più che altro un ossimoro. Saluti. Piero

  2. avatar-4
    11:38 Venerdì 14 Settembre 2018 moschettiere Rieccoli

    Come definirli? I balenotteri di ritorno? Non si sa... ma paiono più degli avanotti. Di certo sono destinati a non andare da nessuna parte. Perché dimostrano di avere ancora nel sangue il virus che ha ucciso la DC. Sono niente di più di socialisti annacquati, sbiaditi sinistrorsi che vanni a Messa per compiacere al parroco. Non hanno capito che il cristiano non è (e non potrebbe essere diverso) né di destra, né di sinistra. È cristiano e basta. E a lui basta. Può anche non piacere, per carità, ma le cose stanno così. Chi lo nega o lo trascura, o usa la Fede come paravento o proprio non sa cosa sia.

Inserisci un commento