VOTI & FIORETTI

Voteremo nel 2015, parola di Farinetti

L’imprenditore piemontese conferma la fiducia “granitica” nell’azione di governo dell’amico Matteo Renzi. Ma “bisogna mandare facce nuove in Parlamento, più preparate” e così fatta la legge elettorale conviene andare rapidamente alle urne

Bene, bravo, 7+. Oscar Farinetti promuove a pieni voti l’azione di governo di Matteo Renzi, ma proprio per renderla più incisiva e superare gli ostacoli e le resistenze che si manifestano in misura crescente da parte delle forze conservatrici sarebbe opportuno andare rapidamente alle urne, già la primavera prossima. Il patron di Eataly, acclamato “imprenditore dell’anno” da Ernst&Young, non ha dubbi sulle qualità dell’amico Matteo che invita però a non abbassare la guardia. “Abbiamo bisogno di cambiare. In questo momento, l’Italia non è così ben rappresentata, dobbiamo mandare delle persone nuove in Parlamento, di standing alto e per far questo bisogna andare a votare subito dopo aver fatto la legge elettorale. Anche nel 2015”, ha affermato ad Affaritaliani.it.

 

Improntata alla lezione del compianto Tonino Guerra, il poeta protagonista del celebre spot della sua vecchia azienda (Unieuro) – “l’ottimismo è il profumo della vita” – è il richiamo che rivolge a governanti e cittadini: l’Italia “non cresce perché c’è un clima psicologico di sfiducia enorme. C’è scarsa coscienza civica. Ormai abbiamo toccato il fondo e da qui si può soltanto ripartire”. L’unica via d’uscita “sta nel rimboccarsi individualmente le maniche, partendo dalla bellezza che caratterizza l’Italia e che ci può aiutare a far meglio di altri popoli”, ma che da sola “non basta”. E così tra i piani imprenditoriali (nuove aperture, all’estero e fin sul Monte Bianco, quotazione in Borsa) e qualche grana sindacale, non rinuncia a sollecitare l’amico Matteo, di cui apprezza la capacità di “gestire l’imperfezione”: “Come si sta comportando il governo Renzi? Bene, gli dare un sette più. Adoro le persone che sanno di essere imperfette, ma si muovono, corrono e cercano di gestire le cose che non vanno”.

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    17:09 Domenica 23 Novembre 2014 Hiroshi Shiba Mia madre direbbe...

    "Fate furb, babaciu!"

  2. avatar-4
    13:59 Domenica 23 Novembre 2014 unasanitapertutti bene bravo bis

    Ha parlato l'oracolo dei giovani sfruttati a meno di 800 euro al mese, l'economia basata sullo sfruttamento delle categorie deboli, i giovani in questo caso

  3. avatar-4
    10:10 Domenica 23 Novembre 2014 Raziel persone preparate...

    temo che tra gli eletti piemontesi se ne salverebbero ben pochi allora: un paio del PD (Taricco e Chiti), mentre sul centrodx non si sa, dato che erano passati solo i paracadutati da roma ed anche persone come pichetto e ghiglia erano rimaste fuori

Inserisci un commento