Olè Madrid, vacanza studio per i consiglieri provinciali

L'esponente dell'Idv Cermignani propone la convocazione della commissione Viabilità nella capitale spagnola per osservare da vicino l'autostrada metropolitana. E oggi gita a Ulzio

BELLI CAPELLI Roberto Cermignani

Franza o Spagna, purché se viaggia. “Tutti in gita a Madrid. O meglio al lavoro”. Nel giorno in cui il Consiglio dei Ministri approva l’abolizione di tutte le province d’Italia e il presidente Antonio Saitta minaccia imminenti dimissioni contro i provvedimenti del Governo, c’è un consigliere provinciale, Roberto Cermignani, alias "Belli Capelli", che propone un’iniziativa per avallare tutti i dubbi e i pregiudizi che da mesi ormai inseguono l’ente più odiato dagli italiani. Durante la IV commissione, quella sulla Viabilità, infatti, l’esponente dipietrista ha proposto di convocare una commissione a Madrid, per verificare il progetto e la realizzazione dell’autostrada cittadina multilivello M30, che potrebbe essere utilizzata a modello per corso Marche.

 

La discussione si è subito infiammata. Giuseppe Sammartano, del Pd, si è detto titubante e disponibile ad accettare al massimo una delegazione composta dal presidente di Commissione, un esponente della maggioranza e uno dell’opposizione: comitiva bipartisan. Durissima la reazione di un altro democratico, Davide Fazzone, decisamente contrario, considerato il momento di crisi nazionale che richiede estrema morigeratezza. Sulla stessa linea il collega di partito Roberto Cavaglià. Possibilista Eugenio Gambetta (Pdl), mentre Carlo Giacometto (Pdl) ha proposto che ogni consigliere si paghi il viaggio. Purché si parta prima dell'arrivo della brutta stagione.

 

E tanto per dare un assaggio delle capacità di tour operator, Cermignani ha convocato stamattina la suddetta commissione a Oulx. A giustificare la trasferta è l'esame in loco dei disservizi di Trenitalia, evidentemente parecchio disagevoli nella ridente cittadina valsusina. In fondo, un po' di montagna tonifica la salute.

print_icon