Banca del Piemonte, nel 2016 utile cala a 5,5 milioni, raccolta +4% 

Nel 2016 la Banca del Piemonte ha realizzat un utile netto di 5,5 milioni, in riduzione del 27% sul 2015 dopo 2,8 milioni di tributi e altri oneri a favore delle banche in difficoltà. Lo rende noto l'istituto di credito, dopo l'approvazione da parte del cda dei dati economico-finanziari e patrimoniali al 31 dicembre 2016. La raccolta complessiva, nell'anno, è stata pari a 3,65 miliardi di euro, con un incremento del 4% sull'anno precedente. I crediti alla clientela, pari a 1,1 miliardi, crescono del 2,3%, mentre i crediti deteriorati lordi si riducono del 13%. Il Common Equity Tier 1, infine, risulta al 15,6% individuale e al 15,8% consolidato, rispetto a un minimo assegnato dalla banca centrale del 5,95%.
 
L'amministratore delegato e direttore generale di Bdp, Camillo Venesio, ha espresso "soddisfazione ed apprezzamento per i risultati raggiunti in contesti complicati, che valorizzano l'identità e le eccellenze specifiche della banca, tra le più solide banche private italiane ed europee, con un servizio unico per la clientela in linea con la propria storia e fortemente proiettata nel futuro". Il manager ha sottolineato in particolare "i continui, elevati investimenti nei settori del Wealth Management e del Private Banking, volti ad accrescere le tecnologie utilizzate e le professionalità delle risorse umane", che consentono "di essere fiduciosi sul proseguimento della crescita indipendente di Banca del Piemonte".
 

print_icon