POLITICA & SANITA'

Vaccinazioni, M5s boccia le consultazioni online

I grillini votano contro l'audizione telematica delle associazioni sull'obbligatorietà dei vaccini per l'iscrizione ai nidi e alle scuole materne. In attesa del Governo la Regione Piemonte avvia l'iter per una propria legge

Il Piemonte dà il via alle consultazioni online sull’obbligo di vaccinazione per l’iscrizione ai nidi e alle scuole materne. I soggetti interessati dalla futura legge, in discussione nelle Commissioni congiunte Sanità e Cultura del Consiglio regionale, una cinquantina di enti e associazioni di operatori e famiglie, saranno quindi auditi per via telematica, accelerando in tal modo le procedure. Una scelta di mediazione che non è piaciuto ai Cinque Stelle, che hanno votato contro: condotta davvero singolare per una formazione politica che della “democrazia digitale” ha fatto la propria bandiera.

Le leggi sul tavolo sono in realtà due, una del Pd e una di Sel, ma saranno unificate. “In attesa di una legge nazionale - afferma il primo firmatario Pd Antonio Ferrentino - la nostra Regione ribadisce che i vaccini sono una delle più importanti scoperte scientifiche nella storia della medicina e che hanno contribuito in modo fondamentale a incrementare le aspettative di vita delle popolazioni. La proposta di legge sottolinea come una riduzione della copertura vaccinale potrebbe portare a un incremento di alcune infezioni che sembravano scomparse”. Dello stesso tenore l’opinione del capogruppo di Sel, Marco Grimaldi “La libertà non è un concetto astratto, e non può essere esercitata a costo di un grave pericolo per i soggetti più deboli e la comunità. Sancirlo non mi sembra paternalismo, ma politica”.

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    23:55 Martedì 16 Maggio 2017 PELDICAROTA MORBILLO LIBERO!!!

    Anche i virus sono essere viventi dei quali bisogna impedire l'estinzione.

Inserisci un commento