Asti fa festa con Douja d’Or e Sagre

Sarà inaugurato venerdì 8 alle ore 19 a Palazzo Ottolenghi, sede principale della manifestazione, la 51ma edizione della Douja d’Or, seguita sabato 9 alle 18,30 dall’apertura in Piazza Campo del Palio del Festival delle Sagre dove domenica 17 si svolgerà il Palio di Asti.

Il prestigioso Salone Nazionale di Vini Selezionati, conosciuto e apprezzato anche oltre i confini del Piemonte, ospiterà il grande banco degustazione e l’enoteca per la vendita dei 299 vini premiati al Concorso “Douja d’Or”. Già segnalata la presenza di PiemonteLand che presenterà i vini dei Consorzi di Tutela piemontesi in Piazza San Martino. Eccellenze in una location d’eccellenza. Grande ospite per l’edizione 2017 sarà il Vermouth, con un ricco programma di eventi, convegni e degustazioni che prenderanno il via già da sabato 9 con l’incontro Sulle strade del Vermouth di Torino tra Storia e mixology alle 16 a Palazzo Ottolenghi. Roberto Bava, presidente dell’Istituto del Vermouth di Torino e Pier Stefano Berta, uno dei suoi membri più esperti, hanno sottolineato come Asti si trovi “al centro della direttrice che attraversa le tre capitali del Vermouth, ovvero Torino, Asti e Canelli”. Anche il sindaco di Canelli e presidente della Provincia Marco Gabusi si è complimentato con la Douja che ha saputo quest’anno magistralmente interpretare quella da lui definita “la nuova primavera del vermouth”. Definizione quanto mai azzeccata nella sua cristallina semplicità.

Tutte le sere, poi, il Palazzo si animerà con le degustazioni e gli eventi a cura dell’Onav, un’occasione per scoprire vini e grappe provenienti da diverse regioni. Sabato 9, alle 10, presso il Teatro Alfieri, si terrà la premiazione dei vincitori del 45° concorso enologico nazionale. Un’occasione unica per vedere da vicino volti e persone di chi il vino lo fa davvero.

Lunedì 11, alle 15, un altro importante convegno, questa volta alla sede della Camera di Commercio a Palazzo Borello. Travel Marketing Days Speciale Douja D’Or 2017: “Comunicare il vino. Brand Storytelling & digital positioning, ovvero le strategie digitali per raccontare l’eccellenza”, convegno a cura di Studiowiki & Wikiacademy organizzato in collaborazione con Unicom – Unione Nazionale Imprese di Comunicazione.

Giovedì 14, sempre a Palazzo Borello, sarà la volta di “Buone pratiche nel settore vitivinicolo tra qualità dei prodotti e miglioramento del paesaggio”, convegno organizzato in collaborazione con Università degli Studi di Torino, Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Asti, Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e Equalitas.

Il Festival delle Sagre ospiterà invece 41 pro loco, 80 piatti preparati e, poi, domenica 10, al mattino, 3.000 figuranti in costume per la tradizionale sfilata che riproporrà fedelmente momenti di vita contadina di un tempo, lungo le vie del centro di Asti.

In un clima di psicosi generale per le grandi manifestazioni, gli organizzatori garantiscono misure adeguate per la sicurezza e la tranquillità di tutti i visitatori. “La sicurezza è gestita dalle autorità competenti - ha dichiarato Renato Goria, presidente della Camera di Commercio di Asti -. Noi siamo a disposizione per effettuare le misure che ci sono indicate. In linea di massima tenga conto che la nostra piazza del Palio, dove ci saranno le casette delle Pro Loco per il Festival delle Sagre, è una piazza molto aperta che da sempre per l’occasione ha una delimitazione che non può essere superata da furgoni non strettamente autorizzati. Abbiamo ampie vie pedonali di accesso che con delle fioriere non consentono altri accessi”.

Confermati anche i treni speciali da Torino Porta Nuova ad Asti e ritorno, oltre a un ritorno da Asti per Alessandria, per sabato 9 e domenica 10 settembre.

print_icon