Il Movimento 5 stelle cerca scrutatori elettorali

Forse non tutti sanno che dal 2006 gli scrutatori elettorali non sono più estratti a sorte, ma nominati dai partiti tramite una commissione elettorale. A Torino, in vista del prossimo referendum regionale sulla caccia del 3 giugno, la commissione ha ripartito i 2.757 posti disponibili: 2/3 alla maggioranza e 1/3 alla minoranza, e poi in base al numero dei consiglieri comunali.
 
Al Movimento 5 Stelle di Torino "spetta" quindi nominare 115 scrutatori. «Dato però che riteniamo sbagliato che questa possibilità sia offerta soltanto a chi è iscritto a un partito o dispone di un partito che lo segnala, abbiamo deciso di estrarre a sorte i nostri nomi tra tutti i cittadini che ne faranno domanda. Crediamo che questa opportunità di lavoro debba essere accessibile a tutti i torinesi in maniera equa e non arbitraria; di qui l'idea del sorteggio», dichiara il capogruppo Vittorio Bertola.
 
L’invito è dunque rivolto a tutti i torinesi che vogliano fare lo scrutatore il prossimo 3 giugno, che siano già iscritti all'albo degli scrutatori del Comune di Torino e che non siano già tesserati o segnalati da un partito a registrarsi entro le ore 12 di giovedì 5 aprile tramite il modulo Web disponibile sul sito www.movimentotorino.it.

print_icon