ALTA TENSIONE

G7 inutile, proteste idiote

Si è concluso il summit internazionale con la solita aria fritta di buone intenzioni. Guerriglia assurda scatenata da cani sciolti dell’estremismo guidati dai centri sociali. Ma per il sindaco grillino di Venaria la violenza è stata contenuta

È finita. Il G7 forse più inutile della storia dei summit internazionali si è concluso con gli impegni (poco) altisonanti di rito. Con tanto di contestazioni, anch’esse rituali per quanto idiote. All’ultimo giorno circa 1.500 persone hanno partecipato al corteo finale. Una protesta partita stamattina a Torino, da corso Cincinnato, nel quartiere popolare delle Vallette, e poi ripartita da largo Toscana nel primo pomeriggio in direzione Venaria, sede del vertice dei ministri del Lavoro svoltasi in una reggia blindata. Alle raffiche di petardi e fuochi d’artificio sparati ad altezza uomo le forze dell’ordine hanno risposto con il lancio di lacrimogeni e l’uso di idranti. Alla fine delle tensioni è stato arrestato un 23enne, residente a Pesaro nelle Marche, per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Sono tre i manifestanti identificati, tra cui Andrea Bonadonna, uno dei capi di Askatasuna: avevano portato in piazza a Venaria la ghigliottina con i fantocci dalle teste mozzate raffiguranti il segretario del Pd Matteo Renzi e il ministro Giuliano Poletti. “Debbo purtroppo registrare ancora una volta che un ristretto gruppo di manifestanti non perde occasione per esprimere le proprie istanze attraverso l’uso della violenza e della provocazione”, ha commentato il capo della polizia Franco Gabrielli.

Pesante il bilancio dei feriti di questa lunga giornata di proteste, cominciata col presidio informativo alle Vallette. Sei gli agenti di polizia e un carabiniere, secondo quanto riferito in serata da una nota ufficiale della questura, sono rimasti feriti negli scontri e sono stati portati all’ospedale Cto. Un agente della Digos è il ferito più grave: ha riportato un trauma cranico, toracico e vertebrale con una prognosi di 40 giorni. Per gli altri feriti la prognosi varia dai 10 ai 20 giorni. “I pochi momenti di tensione hanno macchiato il normale andamento delle manifestazioni e la pacifica volontà di dissentire”, ha dichiarato Gabrielli al termine delle proteste, rivolgendo “particolari sentimenti di vicinanza a quanti sono rimasti feriti”. La sindaca di Torino Chiara Appendino ha espresso “sostegno alle forze dell’ordine per gli attacchi subiti”. E ha augurato “pronta guarigione agli agenti feriti. Ringrazio tutti coloro che hanno coordinato e partecipato alle operazioni, garantendo la sicurezza e l’ordine pubblico”, ha aggiunto la prima cittadina di Torino.

A quella di oggi si sono viste, tra numerosi militanti dei centri sociali, le bandiere di sindacati di base, Rifondazione comunista, No Tav e di gruppi anarchici e di estrema sinistra. Non è mancata la replica della “decapitazione” in piazza dei fantocci raffiguranti Renzi e il ministro Poletti. I tre manifestanti che hanno portato la ghigliottina a pochi passi dal cordone di polizia sono stati identificati.

A innescare le polemiche sono state le grosse brioche di cartapesta, con cui il corteo ha voluto ironizzare sul vertice rievocando la celebre frase attribuita a Maria Antonietta. Brioche che il vicesindaco di Torino Guido Montanari, del Movimento 5 Stelle, in un post su Facebook aveva definito “belle”. Affermazione criticata da Mimmo Carretta, candidato alla segreteria torinese del Pd, secondo il quale i croissant “tanto graditi dal viceré Montanari erano in realtà da utilizzare come ariete contro le forze di sicurezza”.

È destinato a fare discutere anche il commento del sindaco di Venaria, il pentastellato Roberto Falcone che ha minimizzato gli scontri. “Bisognerebbe fermarsi a capire quali sono le motivazioni che portano le persone a scendere in piazza”, sono le sue parole. “Sono scoppiate delle bombe carta, sono stati lanciati dei lacrimogeni , ma tutto sommato è stata una questione contenuta. La protesta – ha aggiunto –  è stata contenuta dalle forze dell’ordine. E i manifestanti non hanno ecceduto. Importante sarebbe sapere quali sono stati i risultati dei lavori del G7”. Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni esprime solidarietà alle forze dell'ordine e auspica “pene esemplari contro questi vigliacchi”. “Nessuna violenza politica può essere tollerata, nessuna idea può passare dal ferimento di poliziotti, non abbiamo dubbi, ci auguriamo che nessun’altra forza politica anche a Torino ne abbia”, rincara la dose il responsabile sicurezza Pd Emanuele Fiano.

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    09:55 Lunedì 02 Ottobre 2017 Damos Inutilità del Teatro

    Che il G7 sia stato inutile è sotto gli occhi di tutti : una triste parata di gente fuori dal mondo, che ha mangiato e bevuto a quattro palmenti a nostre spese per sei giorni mentre fuori il mondo andava avanti ed i disoccupati restavano tali . Anche il vecchio tipo di manifestazioni così concepite sono inutili , ma idiote mai : manifestare è comunque democrazia . Due lacrimogeni e due lanci di petardi non sono un dramma : poteva andare sicuramente molto peggio e su questo sono sicuramente d'accordo con Silvio Viale . Del resto, egli stesso ha visto cose ben peggiori in gioventù . o no ?

  2. avatar-4
    10:56 Domenica 01 Ottobre 2017 silvioviale Appendino, Montanari e Torino5Stelle ...

    Appendino, Montanari e Torino5Stelle ... nulla da dichiarare sull’arresto di Bonadonna?

  3. avatar-4
    08:56 Domenica 01 Ottobre 2017 silvioviale DIFFERENZE

    Le differenze tra il G8 di Genova e il G7 di Torino? Che questa volta la sinistra non si è fatta infinocchiare, i violenti si sono isolati da soli e a dirigere la polizia non c'erano i fascisti.

Inserisci un commento