Diritti umani, Piemonte chiede una autorità nazionale

L'istituzione di un'autorità nazionale dei diritti umani: questa la proposta di legge al Parlamento presentata a Torino dal Comitato Regionale per i diritti umani del Piemonte. "Quella dei diritti umani non è una questione politica, non si tratta di destra e sinistra - spiega il presidente del Consiglio regionale e del Comitato dei diritti, Mauro Laus - E' una questione umana, dobbiamo decidere da che parte stare". "Serve un organo nazionale che vigili e controlli se i diritti umani sono rispettati nel nostro Paese", spiega la costituzionalista Anna Maria Poggi. "Faccio un esempio: oggi in Italia, se qualcuno deve far valere un diritto di questo genere deve rivolgersi a un avvocato e poi a un giudice, con costi economici e personali - prosegue- . Serve invece un'istituzione che si attivi gratuitamente, che possa fare giustizia, non solo per uno, ma per tutti coloro che si trovano in una data situazione".

print_icon