LA SACRA RUOTA

È finita l’era Marchionne: Manley alla guida di Fca

L'aggravarsi delle condizioni di salute dell'amministratore delegato ha anticipato la successione al vertice del gruppo. A prendere le redini è il manager inglese finora responsabile del marchio Jeep. Tutta la prima linea delle aziende non è più italiana

Finisce oggi l’era Marchionne. Mike Manley, 54 anni, responsabile del brand Jeep, è il nuovo amministratore delegato di Fca. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione che, come già annunciato, ha quindi optato per una soluzione interna.  Nato a Edenbridge, Regno Unito, 54 anni, Manley ha un Master of Business Administration dall’Ashridge Management College. È entrato a fare parte di DaimlerChrysler nel 2000 in qualità di direttore Sviluppo Rete per Daimler Chrysler United Kingdom, portando la sua lunga esperienza nel business della distribuzione internazionale dell’automobile. Da dicembre 2008 è stato Executive Vice President - International Sales e Global Product Planning Operations. In questa posizione, è stato responsabile della pianificazione prodotto e di tutte le attività di vendita al di fuori del Nord America. È stato nominato president and Chief Executive Officer del marchio Jeep in Chrysler Group LLC a giugno del 2009. Dal settembre 2011 è inoltre membro del Group Executive Council (GEC) e, dall’ottobre 2015, Head of Ram Brand. In precedenza, Manley ha ricoperto il ruolo di Chief Operating Officer Asia (APAC). Ha inoltre diretto le attività internazionali di Chrysler fuori dell’area NAFTA con la responsabilità di implementare gli accordi di cooperazione per la distribuzione dei prodotti del Gruppo Chrysler attraverso il network internazionale di Fiat.

Fca ha inoltre confermato il peggioramento delle condizioni di salute di Marchionne. Il Lingotto rende noto “con profonda tristezza” che “in settimana sono sopraggiunte complicazioni inattese durante la convalescenza post-operatoria, aggravatesi ulteriormente nelle ultime ore. Per questi motivi il Dr. Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa” si legge nel comunicato. Il Cda di Fiat Chrysler Automobiles, riunitosi oggi, ha espresso “innanzitutto la sua vicinanza a Sergio Marchionne e alla sua famiglia sottolineando lo straordinario contributo umano e professionale che ha dato alla società in questi anni”.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento