Acqua Santanna

Piemonte informa con (altri) 100mila euro

La Regione vuole riesumare una vecchia testata per promuovere le proprie aree industriali e commerciali. Regista dell’operazione Dezzani, ex Confindustria, utilizzando fondi Fas

Una rivista bilingue (italiano e inglese) di una sessantina di pagina, cadenza semestrale, rivolta alle imprese per presentare le opportunità di insediamento di attività industriali, commerciali e turistiche in Piemonte. È il progetto al quale sta lavorando Livio Dezzani, il dirigente di Confindustria passato armi e bagagli a guidare l’Urbanistica e l’Edilizia della Regione, assessorato retto dal vicepresidente Ugo Cavallera. In realtà, si tratta di riportare in vita il vecchio bollettino che si occupava specificatamente di programmazione territoriale, le cui pubblicazioni sono cessate alla fine del 2006. Costo stimato per lo start-up dell’operazione circa 100mila euro, risorse che Dezzani ha in mente di attingere dai fondi Fas, soluzione un tantino irrituale giacché tali finanziamenti sono destinati dal governo italiano alle “aree sottoutilizzate del Paese” e non certo per stampare giornalini. Ma tant’è.

 

Nelle intenzioni del direttore alla realizzazione dell’organo, proprio perché destinato ad essere diffuso tra gli operatori potenzialmente interessati, dovranno essere coinvolti i principali attori privati del settore – da Confindustria all’Ance, dalle associazioni di categoria degli agenti immobiliari ai mediatori d’affari – oltre, naturalmente, ai soggetti pubblici (Regione, Finpiemonte Partecipazioni, Ceip e Unioncamere).

print_icon