Pd, un messaggio chiaro e forte

Esprimiti in modo chiaro e ordinato. Pare ovvio. Eppure è la cosa più difficile. Vediamo di analizzarla e dividerla in due. In modo chiaro: che cosa vuol dire essere chiari? Vuol dire farsi capire, non generare fraintendimenti, non causare fatica in chi ci legge o ascolta. Essere chiari. Senza ombre, senza nebbia, senza appesantire. Preferireste guidare nella nebbia o con una visibilità a lungo raggio? Anche il pilota più capace si augura assenza di nuvole e cieli sereni. Cosa vuol dire esser ordinati? Quando parliamo e scriviamo avvolgiamo spesso gli altri in una coltre di nebbia. Le conseguenze di ciò? Non ci ascolteranno, non ci leggeranno e avremo creato un pericoloso precedente. Magari proveranno anche a impegnarsi per capirci. Stancatisi, inizieranno a perdere i pezzi, a selezionare le informazioni a loro scelta, a interpretare liberamente.

Veniamo ora alla manifestazione di ieri del Pd. Quanto ho scritto prima può e deve esser applicato al Partito Democratico. Ieri erano presenti circa 40 mila persone. Un successo oltre ogni aspettativa visto la nebbia che circonda il Pd. Ieri è andato tutto bene? Direi al 50% perché oltre allo slogan unità e la ritrovata, forse, certezza di fare un'opposizione dura e seria in Parlamento ci vogliono le proposte politiche, che io come tanti altri iscritti non abbiamo ancora né sentito e neanche capito. Da subito congresso e nuovo segretario supportato (non sopportato) da tutti i massimi reggenti del partito. Nel frattempo proposte di legge forti in politica. Chiari ed ordinati insieme alla tanto evocata unità.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento