Monge

È Pedrale il “furbetto” del rimborso?

Dopo la clamorosa rivelazione di Rosso è partita la caccia al consigliere che si è fatto rimborsare la settimana bianca. E tutte le tracce portano al capogruppo del Pdl che minaccia querele

EX AMICI Luca Pedrale e Roberto Rosso

Chi è il misterioso “amico consigliere regionale” di Roberto Rosso, suo ospite a Sestriere, che secondo il racconto dell'ex sottosegretario, ospite di Iceberg - rotocalco di approfondimento politico in onda su Telelombardia - si sarebbe fatto rimborsare la settimana bianca, arrivando a incassare addirittura mille euro al giorno, per un totale di 5mila euro? Nella confessione choc il deputato non fa il nome, ma indica una traccia inequivocabile. Secondo la ricostruzione, infatti, il consigliere “furbetto” avrebbe percepito oltre i normali emolumenti per la trasferta per motivi istituzionali anche “l’indennità di missione a costo kilometrico da San Germano a Sestriere e ritorno, tutti i giorni”. Cribbio, direbbe il loro amato Cavaliere, chi abita a San Germano? Non è difficile scoprirlo: si tratta di Luca Pedrale, attuale capogruppo del Pdl a Palazzo Lascaris, legato a Rosso da un antico sodalizio, solo recentemente incrinato da dissapori personali e da divergenze politiche. È lui il misterioso consigliere?

 

Di certo è finito al centro delle discussioni della conferenza dei capigruppo, tra gli imbarazzi dei colleghi e dei due presidenti, Roberto Cota e Valerio Cattaneo. Se i fatti dovessero trovare conferma dai controlli che gli uffici stanno facendo, si tratterebbe di un brutto colpo per l'esponente pidiellino, eterno aspirante a un posto in giunta. Inoltre, il fatto che il caso sia scoppiato all'ìndomani della riunione romana in cui il segretario nazionmale Angelino Alfano ha lanciato l'operazione "repulisti", invocando pugno di ferro contro le malversazioni nelle Regioni, avrebbe il sapore di una clamorosa sconfessione.

 

Pronta la replica di Pedrale: «Nella Conferenza dei Capigruppo di oggi ho proposto al presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo e al presidente della Giunta regionale Roberto Cota di chiedere all’On. Roberto Rosso di dire chi era il consigliere regionale di questa o di precedenti legislature che sciava con lui a Sestriere e si faceva autocertificare le presenze». Il numero uno degli azzurri in Consiglio sostiene di non aver mai sciato «con l’On. Rosso a Sestriere o da altre parti».

«Spero che l’On. Rosso – conclude Pedrale - entro 24 ore faccia il nome di questo consigliere o ex consigliere. Altrimenti la Regione Piemonte dovrà querelare per diffamazione l’On. Rosso, per aver leso l’immagine e la dignità dell’istituzione regionale».

print_icon