COMUNALI

In ballo 11 Comuni del Piemonte

Quasi un milione gli elettori che domenica dovranno scegliere il loro sindaco. Oltre a Torino e Novara si vota in altre 9 importanti città. Sfida Pd-M5s a Pinerolo, mentre a San Mauro il duello è tra grillini e centrodestra. Guerra fratricida a Nichelino

Assieme a Torino e Novara sono quasi un milione gli elettori piemontesi di 11 comuni che domenica 19 giugno sono chiamati al ballottaggio per decidere il proprio sindaco: una contesa tra i due candidati che quindici giorni prima hanno ottenuto il maggior numero di voti. Si andrà alle urne nel capoluogo e in altri sei centri della città metropolitana (Alpignano, Carmagnola, Ciriè, Nichelino, Pinerolo e San Mauro), a Novara, Trecate, Domodossola, ma anche nella piccola Narzole, nel Cuneese, dove il secondo turno si è reso necessario dopo il perfetto pareggio (997 preferenze a testa per Federico Gregorio e per l'avversario Mario Giuseppe Dogliani, entrambi sostenuti da liste civiche) del 5 giugno.

La partita più attesa è ovviamente quella della Mole, dove il sindaco uscente Piero Fassino, candidato del centrosinistra, è sfidato dalla pentastellata Chiara Appendino, staccata di 11 punti percentuali al primo turno. Il confronto tra Pd e M5s si consumerà anche a Pinerolo, dove Luca Barbero, 40.26% due settimane fa, deve respingere l’assalto di Luca Salvai. A Novara il sindaco uscente Andrea Ballarè (Pd) prova a rimontare Alessandro Canelli (Lega e Fdi, ora con l'appoggio anche di FI, che al primo turno ha corso con un suo candidato): l’esponente del centrodestra parte dal 32.7%, Ballarè insegue con il 28,4%. Anche a Domodossola il sindaco uscente è il candidato del centrosinistra, Mariano Cattrini, ma Lucio Pizzi, del centrodestra, al primo turno ha ottenuto il 47,45% delle preferenze, contro il 30,95% dell’avversario.

Candidati M5s in pista anche a San Mauro - dove Marco Bongiovanni, 21,4% al primo turno, contende la poltrona di sindaco a Davide Benedetto (Lega Nord e due liste civiche) - e ad Alpignano - con la sfida di Cosimo Di Maggio (22% il 5 giugno) ad Andrea Oliva (Siamo Alpignano e Alpignano sicura (33,8%). A Nichelino scontro tutto a sinistra tra Franco Fattori (Pd, Psi e liste civiche) e Giampiero Tolardo (Sinistra-Democratici per la Sinistra, Pci e due liste civiche); a Carmagnola il ballottaggio è tra Ivana Gaveglio (centrodestra) e Paolo Sibona (centrosinistra), a Ciriè tra Luca Capasso (Pd) e Loredana Devietti (liste civiche Ciriè nel cuore e Più Ciriè). A Trecate (Novara), infine, gli elettori dovranno scegliere tra Federico Binatti (centrodestra, 47% al primo turno) ed Enrico Ruggerone (Pd e lista civica Trecate nel cuore, 29,24% il 5 giugno).

print_icon