POTERI FORTI

“Pd moribondo, M5s ridicolo, Salvini antisemita”: pacata analisi di De Benedetti

L'arzillo finanziere rosso dice la sua sulla contingenza politica. Stracciata la tessera numero uno del partito democratico auspica il rinvio alle Camere di Gentiloni. Il leader leghista annuncia querela

“Lo stato di salute del Pd? Direi chiaramente comatoso”. Questo il giudizio di Carlo De Benedetti sullo stato del Partito Democratico. Il finanziere rosso, un tempo tessera numero uno del Pd, si improvvisa analista politico. “Io sono contrario al Pd quando dice che gli elettori lo abbiano votato per andare all'opposizione2, ha detto nel corso dell’intervista con Lilli Gruber al Festival della tv di Dogliani. “È una contraddizione: gli elettori hanno votato Pd perché facesse politica, non per forza quindi andare al governo ma perché si sedesse almeno al tavolo”. E così l’Ingegnere, dopo aver messo in imbarazzo Repubblica e il figlio Rodolfo con le sue improvvide esternazioni, spara altro fuoco amico sul centrosinistra, terreno nel quale per mezzo secolo si è mosso con una certa familiarità e spregiudicatezza.

Secondo De Benedetti, quindi, “il Pd ha fatto male a non sedersi al tavolo con i 5 Stelle per dimostrare che il loro programma era insostenibile”. E sull'ex segretario Matteo Renzi ha precisato: “È inaccettabile che abbia dato le dimissioni senza darle”. Consigli per il futuro? “Il futuro del Pd è quello di provare a prendere in mano il problema delle disuguaglianze sociali perché è il problema che mina la coesione di società”. Tutta roba di cui lui ha una certa dimestichezza, diciamo.

Quanto allo stallo politico, “penso che la cosa migliore per l’Italia sia rimandare alle Camere il governo Gentiloni”, ha aggiunto. “La cosa più logica sarebbe un governo Gentiloni che va in Parlamento a chiedere la fiducia per rifare la legge elettorale”. Ovviamente, con grande rispetto delle prerogative del Capo dello Stato, as usual. “Io non dico cosa farà il presidente ma la cosa migliore per l’Italia è rimandare alle Camere il governo Gentiloni”. E ancora: “Io penso che andare a elezioni ora è una cosa sicura - ha aggiunto - penso si andrà a ottobre anche se io preferirei si andasse insieme alle europee nel maggio prossimo”. Secondo De Benedetti, “il Parlamento potrebbe confermare un governo Gentiloni a temine, che è già in funzione e dovrebbe vivere solo per portare alle elezioni. È l’unica soluzione possibile”.

Infine, durissime le critiche a M5s e Lega. “Il Movimento 5 Stelle è ridicolo, Salvini è peggio, antisemita, antieuropeo, finanziato da Putin”. “A chi bisogna credere tra Grillo e Di Maio sull’euro? Tutte buffonate”, ha tagliato corto. Immediata la risposta del leader leghista su Twitter: “Che dite, querelo? Io direi di sì!”.

print_icon

5 Commenti

  1. avatar-4
    15:54 Lunedì 07 Maggio 2018 PELDICAROTA VERGOGNOSO

    il commento di Dedocappellano fa il pari con il più bieco giustificazionismo. Dunque si ha diritto di essere antisemiti perché il comportamento di una persona viene messa in relazione con la religione (professata o meno) che gli si attribuisce. Vomitevole se non fosse agghiacciante.

  2. avatar-4
    11:23 Lunedì 07 Maggio 2018 Damos Un anziano rancoroso e strapieno di soldi (nostri) ...

    ... Un personaggio come De Benedetti dovrebbe avere solo il buon gusto di tacere sino all'ultimo dei suoi giorni e godersi i (tanti ) soldi che tutti noi gli abbiamo elargito nel passato ... La rovina dell'Olivetti e le speculazioni sopra una industria sana sono solamente opera di questo anziano Signore il cui agire è pari ad un moderno Caimano ...

  3. avatar-4
    23:17 Domenica 06 Maggio 2018 dedocapellano De Benedetti non è una buona bandiera per gli ebrei ...

    Forse è' anche responsabilità di comportamenti imprenditoriali come quelli tenuti da Carlo De Benedetti in Olivetti che molte persone hanno pregiudizi verso gli ebrei......

  4. avatar-4
    16:49 Domenica 06 Maggio 2018 silvioviale PD - Lo dico da esperto.

    Non è ancora l'ora dell'eutanasia, né del suicidio assistito e nemmeno di staccare la spina. Bastano una terapia d'urto per eliminare qualche tossina e un bel vaccino per il futuro. Del resto M5S e Lega sembrano sta meglio perché son dopati, ma l'effetto rebound è dietro l'angolo.

  5. avatar-4
    15:13 Domenica 06 Maggio 2018 moschettiere Tutto sommato... però...

    Il vecchio De Benedetti non dice cretinate. Ma il giudizio su Salvini è fuori tono, e tradisce il suo astio verso quella Lega che - sola - lo ha messo più volte davanti alle sue responsabilità. Perché adesso fa il vecchio saggio, ma ha sulle spalle non poche colpe riguardo la storia Olivetti con annessi e connessi. L'eporediese era ricca e prosperava, ora - grazie a troppi speculatori e incapaci - è sprofondata a terra di nessuno. Dimentichiamo anche questo?

Inserisci un commento