GRANDI OPERE

Tav "strategica per tutto il Nord"

Chiamparino replica al sottosegretario Rixi che in un'intervista allo Spiffero ha messo in secondo piano la Torino-Lione rispetto al Terzo valico. "Spiegherò a Giorgetti l'importanza dell'opera". Porchietto (FI): "Non è un regalo a Macron ma una grande opportunità per l'Italia"

Avranno pure tolto il Nord dall’insegna del partito, ma i leghisti non dovrebbero sacrificare sull’altare dell’intesa di governo gli interessi di un territorio che non solo è stato patria nativa e d’elezione del Carroccio, ma che continua a essere il fulcro dell’economia nazionale. Si rivolge direttamente a Edoardo Rixi, sottosegretario a Infrastrutture e trasporti, che in un’intervista allo Spiffero sembra mettere in secondo piano la Torino-Lione, mostrando di privilegiare nelle priorità d’intervento il Terzo Valico, il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino.

“A Rixi ricordo le riunioni fatte prima a Novara e poi a Genova, quando, su sua proposta – rimarca il governatore, rifacendosi all’incarico di assessore dell’attuale esponente del Mit –, facemmo la cabina regia per coordinare la piattaforma logistica del Nord Ovest, che senza il collegamento transalpino perde uno dei suoi punti di forza, anche in considerazione dell’insufficienza del sistema dei porti liguri rispetto all’evoluzione dei traffici via mare”. Perciò, domani nel programmato incontro con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, conclude Chiamparino, “approfitterò per sottolineare l'importanza strategica per il Nord del paese del collegamento transalpino Torino-Lione”.

Sulla stessa linea anche la deputata di Forza Italia Claudia Porchietto che lancia un appello a Rixi: “Non condivido l’approccio ma sono assolutamente propositiva. Caro sottosegretario sono a tua disposizione per discuterne ma credo sia corretto, non mettere in bocca a Forza Italia affermazioni mai fatte. Anche noi abbiamo a cuore l’ambiente ed è anche per questo che è fondamentale spostare il traffico dalla gomma al ferro, ma non solo per il Terzo valico, anche per la Val di Susa. Quindi caro Rixi parliamoci, non è un regalo a Macron ma un’opportunità per l’Italia”.

print_icon