GLORIE NOSTRANE

Porchietto “tentata” da un ministero

Tra i nomi che circolano per gli Affari Regionali c’è pure quello dell’ex assessora regionale, tornata in Forza Italia dopo una fuitina con Alfano. A farlo è stato Quagliariello che con la sua “Magna Carta” promuove un suo convegno. Per Costa non se parla

Come nel più classico dei gialli cherchez la femme. Non che manchino i maggiordomi, che anzi sono in soprannumero, ma questa volta la chiave per risolvere l’enigma di chi sarà il nuovo ministro Ncd del governo Renzi potrebbe avere i tratti di una bella signora torinese che risponde al nome di Claudia Porchietto. Il premier ha fatto sapere chiaramente che preferirebbe una donna per riequilibrare le uscite di Federica Mogherini (sostituita alla Farnesina da Paolo Gentiloni) e Maria Carmela Lanzetta, dimessasi dagli Affari Regionali per accettare, e subito dopo rifiutare, la nomina ad assessore regionale in Calabria.

 

Ad avanzare la proposta è stato, a qunato riferisce un insider romano, Gaetano Quagliariello che dopo aver messo una pietra sopra alla sua candidatura ora prende tempo e ha dichiarato che nemmeno in settimana è prevista la fumata bianca. Insomma, si tratta febbrilmente. I contatti tra alfaniani ed emissari di Palazzo Chigi sono quotidiani e a quanto pare tra i nomi che rimbalzano tra Montecitorio e Palazzo Madama ci sarebbe anche quello della Porchietto. Certo l’ex assessora del governo regionale ora è in Forza Italia, ma per un incarico ministeriale tornerebbe volentieri nella sua penultima casa politica, quel Nuovo Centrodestra cui aveva aderito salvo poi alzare i tacchi in occasione delle scorse Regionali quando venne candidata da Gilberto Pichetto nella lista forzista. Dopotutto FI e Ncd ormai rappresentano una stazione di servizio più che una casa politica, c’è chi va, chi viene, chi si trattiene per un po’, chi solo per un caffè, tutti nello strenuo tentativo di far passare la nottata. La Porchietto ha sempre mantenuto un link con alcuni esponenti di Ncd e non è un caso se l’iniziativa da lei promossa sul fisco e lo statuto del contribuente, in calendario domani, sia organizzata con l’associazione Magna Carta, think tank di Quagliariello. Non solo: un altro abboccamento ci fu lo scorso febbraio in occasione della Winter School di Ncd al Sestriere, quando l’ex assessora, in tenuta da sci, incontrò in gran segreto (ma non troppo) Angelino Alfano, Maurizio Lupi e lo stesso Quagliariello. Ma tra tanti ammiratori, la femme fatale del centrodestra piemontese pare avere ancora un conto in sospeso con il viceministro e coordinatore piemontese del partito Enrico Costa, che, a quanto si dice, sta facendo di tutto per non ritrovarsi la Porchietto ai banchi del Consiglio dei ministri.

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    00:30 Mercoledì 08 Aprile 2015 Due ruote Notizia incompleta

    Vi siete dimenticati di comunicare che il ministero cambierà nome, si chiamerà Inutilità Regionali e avrà come Capo Gabinetto Vignale e vice D' Amico.

  2. avatar-4
    22:03 Martedì 07 Aprile 2015 Un vero moderato Altro pesce d'aprile?

    Caro "Spiffero" dopo quello simpaticissimo sulla staffetta Chiamparino-Fassino, questo è il pesce del 7 aprile? Ci auguriamo con tutto il cuore e la testa che sia così! Anche perché se non fosse ci verrebbe da piangere, per noi e per gli italiani e anche per Quagliariello che dimostrerebbe di aver perso la testa.

  3. avatar-4
    19:17 Martedì 07 Aprile 2015 daniele galli povero Gil

    consiglio alla sig.ra Porchietto una partecipazione allo Show dei record 2015, specialità "rincorsa della poltrona"

Inserisci un commento