GRANA PADANA

Lega, Buonanno molla Salvini “Al congresso sto con Gancia”

L'europarlamentare scarica Cota e il leader nazionale: "Hanno tramato per non farmi candidare". E alla conta di San Valentino annuncia il sostegno a lady Calderoli. Intanto Molinari ha già raccolto le firme, nonostante il voltafaccia dell'ex governatore

Occhio per occhio dente per dente e “quando qualcuno mi mette un dito in un occhio io gliene metto due”. Non è uomo da metafore sofisticate Gianluca Buonanno, ras della Lega Nord in Valsesia, europarlamentare a furor di popolo, che in vista del prossimo congresso nazionale del Carroccio piemontese prepara la sua vendetta contro chi, secondo lui, ha brigato per escluderlo dalla corsa. Il dito è puntato contro Roberto Cota colpevole di omissione informativa, con l’aggravante del dolo. Per potersi candidare Buonanno avrebbe dovuto dimettersi da segretario provinciale di Vercelli entro 48 dall’indizione del congresso, “peccato che nessuno me l’abbia detto” si lamenta in un colloquio con Lo Spiffero. Non che lui avesse velleità in tal senso, anzi “avevo chiarito il mio disinteresse”; è questione di principio. Il riferimento non può che essere all’ex amico, sodale e alleato Cota, sempre più solo nel partito che si appresta a consegnare al suo successore. E allora il pirotecnico eurodeputato, abituato a far politica con la pistola in mano, s’è deciso: à la guerre comme à la guerre.

 

La sua decisione è stata comunicata ieri in un incontro con dirigenti e militanti del partito vercellese. Con lo Spiffero ribadisce il concetto: “Il Piemonte deve voltare pagina, serve una nuova spinta, una nuova strategia”. E allora? “voto Gianna Gancia”. Così uno dei grandissimi elettori prova a spostare il baricentro del partito in vista della conta di San Valentino. Contro Cota, ma anche contro Riccardo Molinari e dunque contro Matteo Salvini, che a proposito di sgarbi continua a tenere il suo agit prop della Valsesia lontano dai teleschermi? “Salvini è il miglior segretario federale che la Lega possa avere, non ho niente contro di lui, anzi lo vedrò domani o dopodomani tra Bruxelles e Strasburgo e ci parleremo”. E poco importa se il numero uno di via Bellerio si sia espresso in più occasioni a favore di Molinari: “A livello territoriale il Piemonte deve rivendicare la propria autonomia. Ognuno ha le sue amicizie e punti di vista, ma alla fine è il territorio a decidere. E, se ci sarà il congresso, io voterò Gancia”.

 

Se ci sarà il congresso, appunto. Perché l’ombra di un commissariamento continua ad allungarsi sul malconcio Carroccio piemontese. In un clima di sospetti e veleni c’è addirittura chi sostiene che Cota stia venendo meno all'accordo stipulato con il leader federale e non si stia poi spendendo granché per raccogliere le firme in appoggio alla candidatura di Molinari, che tuttavia fa sapere di aver già raggiunto la fatidica quota di 350 sottoscrizioni, necessarie per presentare la canidatura. Un modo per indebolirlo e convincere il segretario federale a commissariare, magari nominando l’ex governatore custode di se stesso? Chissà. Intanto nella sua Novara Cota ha nominato il commissario cittadino, dopo il terremoto in segreteria e la giubilazione della coordinatrice Anna Colombo. A traghettare il partito verso le elezioni sarà l’ex assessore provinciale Marzio Luini.

print_icon

11 Commenti

  1. avatar-4
    05:33 Giovedì 14 Gennaio 2016 Bandito Libero Vipera dalla lingua biforcuta e dalla memoria debole

    Veramente Gipo Farassino, quello che tu chiami "unico Segretario Nazionale eletto dai leghisti piemontesi", FU IL PRIMO a chiamare il soccorso dello 'straniero' lombardo per salvarsi la poltrona!!!

  2. avatar-4
    21:47 Mercoledì 13 Gennaio 2016 piemont VINCA IL MIGLIORE

    ....ma il ,anzi la migliore, oltre ad essere persona pulita ( vedi inchieste in regione, mandrogn compresi) e' la Gancia ....basta vedere i bilanci migliorati in provincia di cuneo...miglioni di euro risparmiati...w la meritocrazia...ed ai giovani padani dico, siate giovani leghisti e pensate con la vostra testa ....

  3. avatar-4
    10:21 Mercoledì 13 Gennaio 2016 daniele galli Vipera @

    condivido, vuoi mettere la personalità di Gipo con quella dei successori in particolare con quella del novarese "portacenere umano", altri tempi altra autonomia intellettuale ....

  4. avatar-4
    00:15 Mercoledì 13 Gennaio 2016 mandrogn dissidente mandrogno dissidente

    voteremo Gancia

  5. avatar-4
    23:58 Martedì 12 Gennaio 2016 Quincy Vai con l'antidoping.

    E tu Moschettiere cosa avresti detto?????

  6. avatar-4
    21:02 Martedì 12 Gennaio 2016 moschettiere Sarebbe interessante

    Un Piccolo quesito: qualcuno farà l'antidoping a quei ciarlatani che credono di apparire interessanti solo perché sproloquiano a lungo e scrivono scrivono scrivono per non dire nulla?

  7. avatar-4
    18:45 Martedì 12 Gennaio 2016 astigiano42 Un motivo in più

    Sapere che Buonanno sostiene la Gancia è un motivo in più per votare (e far vincere) Riccardo Molinari.

  8. avatar-4
    18:29 Martedì 12 Gennaio 2016 vipera Quella poltrona maledetta

    Un po' di storia...unico Segretario Nazionale eletto dai leghisti piemontesi fu Gipo Farassinno,fondatore storico della Lega Nord.I suoi successori sono stati tutti in un modo o nell'altro manovrati da Milano da Bossi in persona,proprio come la caduta di Gipo stesso..prima Comino,poi Bosio ed ora Cota hanno spesso lavorato pro Lombardia a discapito del Piemonte stesso...e si e' visto la loro fine!!!Ora spontanea e' la domanda : serve ancora un segretario in Piemonte?Per avere la testa di legno che esegue ordini lombardi tanto vale l' annessione alla Lombardia..tanto la gente che vuole il cambiamento votera' Salvini senza approfondire le beghe interne della lega nord piemontese..

  9. avatar-4
    14:48 Martedì 12 Gennaio 2016 LuigiPiccolo .....

    Cito : Mi sento sempre felice sai perché? Perché non aspetto niente da nessuno; aspettare sempre fa male. I problemi non sono eterni, hanno sempre una soluzione, l'unica cosa che non ha rimedio é la morte. Non permettere a nessuno di insultarti, umiliarti o abbassare la tua autostima . Le urla sono lo strumento dei codardi, di chi non ragiona.Incontreremo sempre persone che ci considereranno colpevoli dei loro guai, e ognuno riceve ciò che merita. Bisogna essere forti e sollevarsi dalle cadute che ci pone la vita, per ricordarci che dopo il tunnel oscuro e pieno di solitudine, arrivano cose molto buone " Non esiste male che non passi al bene". Per questo godi la vita perché é molto corta, per questo amala, sii felice e sempre sorridi, vivi solo intensamente per te stessa e attraverso te stessa, ricorda:Prima di discutere...RespiraPrima di parlare...AscoltaPrima di criticare....EsaminatiPrima di scrivere.... PensaPrima di ferire.... SentiPrima di arrenderti.... TentaPrima di morire..... VIVI!!La relazione migliore non é quella con una persona perfetta, ma quella nella quale ciascun individuo impara a vivere, con i difetti dell'altro e ammirando le sue qualità.Chi non da valore a ciò che ha, un giorno si lamenterà per averlo perso e chi fa del male un giorno riceverà ciò che si merita.Se vuoi essere felice, rendi felice qualcuno, se desideri ricevere, dona un poco di te, circondati di brave persone e sii una di quelle.Ricorda, a volte quando meno te lo aspetti ci sa

  10. avatar-4
    14:17 Martedì 12 Gennaio 2016 moschettiere Questioni avicole

    Un pollaio senza un gallo. Commissario subito per il Piemonte e che sia uno che venga da fuori e sia nelle istituzioni. Voce autorevole e chiara per calmare acque, stati d'animo e velleità carieristiche. Per rivendicare legittimamente un'autonomia occorre dimostrare la propria maturità. E i pollai non sono entità mature.

  11. avatar-4
    12:14 Martedì 12 Gennaio 2016 Quincy Ai ai ai ...

    Chi è causa del suo mal pianga se stesso, caro Cota.

Inserisci un commento