TORINO

Cultura, Appendino fa la parte del Leon

L'assessora non si occuperà di manifestazioni e grandi eventi, delega che rimarrà saldamente nelle mani del sindaco (e del suo capo di gabinetto), così come partecipate e decentramento. La squadra del primo cittadino

Con la nomina di Francesca Leon e Maria Lapietra si completa la nuova giunta a Cinque Stelle di Chiara Appendino. Undici assessori, sette uomini e quattro donne: la squadra è fatta. E se lei, come noto appassionata di calcio, è l'allenatore, la fascia di capitano è stata affidata a Guido Montanari, che oltre all’importante delega dell’Urbanistica avrà anche il compito, più politico, del coordinamento interassessorile. Ma a ben vedere gran parte delle funzioni strategiche dell’amministrazione resteranno saldamente nelle mani del primo cittadino appena insediato. Le partecipate, il decentramento e anche le attività e manifestazioni culturali, il cuore dell’assessorato che è stato in questi cinque anni di Maurizio Braccialarghe, riducendo ai minimi termini i margini di manovra della Leon, una peraltro tutt’altro che avulsa dal Sistema culturale subalpino come testimonia il suo ruolo al vertice dell’Abbonamento Torino Musei e, soprattutto, la partecipazione, cinque anni fa, a una manifestazione elettorale di Piero Fassino. A quest’ultima resterà la gestione di musei e biblioteche civiche, l’archivio storico e i rapporti con le associazioni: poco più della normale amministrazione.

Tra gli assessori forti, spicca certamente Sergio Rolando, titolare del Bilancio e del Personale che occuperà l’ufficio utilizzato fino a ieri dal direttore generale Gianmarco Montanari; mentre Sonia Schellino avrà il compito di “ridisegnare” il welfare cittadino; tra i principali obiettivi dell’amministrazione pentastellata come sottolineato dalla Appendino anche in un passaggio del suo discorso d’insediamento. Montanari, Rolando e Schellino sono i tre super assessori della giunta grillina, per la delicatezza delle proprie deleghe e per la fiducia che in questa prima fase il sindaco ha dimostrato di avere nei loro confronti.

Ambiente, energia e fondi europei saranno, invece, gli ambiti d’azione di Stefania Giannuzzi; Alberto Sacco si occuperà di commercio e lavoro, Maria Lapietra di trasporti, Paola Pisano di Smart City, Federica Patti di Istruzione ed edilizia scolastica, Roberto Finardi di sport, Marco Giusta di giovani e pari opportunità. Sull'operato di tutti loro vegilerà, come un'ombra, il capo di gabinetto del sindaco, Paolo Giordana.

LEGGI QUI DISCORSO DI INSEDIAMENTO

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento