Monge

Camera con vista

Dicono che… non sia passato inosservato il fitto conciliabolo, ieri alla Camera, tra Riccardo Molinari e Guido Crosetto. Il giovane capogruppo leghista, nonché segretario del partito in Piemonte, e il gigante di Marene hanno discusso animatamente e, a giudicare dalle rispettive espressioni, alla fine devono essersi accordati, avendo concluso la conversazione tra sorrisi d’intesa e pacche sulle spalle. Di cosa avranno parlato? Alcuni deputati del centrosinistra, testimoni oculari del colloquio, sono pronti a scommettere che i due abbiano parlato delle prossime elezioni regionali e che il nome di uno dei papabili candidati alla presidenza, Alberto Cirio, sia stato pronunciato più volte, almeno a decrittare il labiale.

print_icon