ARTE & POLITICA

Di Maio e Zingaretti secondo il nostro Banksy

I due leader politici protagonisti ritratti nell'ultima opera di Villa, un finto manifesto pubblicitario affisso questa notte a Torino in corso San Maurizio: "Lasciano presagire un rapporto forzato e stucchevole" - GUARDA LA GALLERY

Una nuova opera di Andrea Villa è spuntata nelle strade di Torino nella notte tra domenica 8 e lunedì 9 settembre. A poche ore dal voto di fiducia della Camera al nuovo governo giallorosso, i manifesti fake del Banksy torinese ironizzano sul rapporto politico tra il segretario del Partito democratico, Nicola Zingaretti, e il capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio. “Di Maio e Zingaretti, rappresentati come i due angeli pensosi della Madonna Sistina di Raffaello, lasciano presagire un rapporto forzato e stucchevole, come il noto particolare dei putti riprodotto all’infinito in chincaglierie, raffigurati in tal numero da trasformarli in oggetto kitsch e distruggendo la loro bellezza originale. Così il Pd e il Movimento perdono il loro valore ideologico politico tramite improbabili alleanze e i continui cambi di posizione politica”, spiega Villa

Da anni Villa prende in giro i personaggi politici del momento raffigurandoli all’interno di cartelloni pubblicitari trasformati ad hoc. Di Maio, lo scorso febbraio protagonista in un manifesto fake insieme al leader della Lega (e allora Ministro dell'Interno) Matteo Salvini, riappare dunque in un’opera dell’artista, che questa volta si trova in corso San Maurizio, davanti all’istituto Avogadro: “Il gatto alato in alto assiste schifato alla scena, e impersona metaforicamente l’elettore medio italiano”, aggiunge il Banksy torinese, che ha preso in prestito il marchio “Paneangeli” trasformandolo in “Peneangeli”.

Le opere del Banksy di Torino

print_icon