L’avvocato del Carroccio

Dicono che… alla Procura di Torino i pm dell’inchiesta aperta a seguito del blitz leghista del "tappeto musulmano" in Comune siano rimasti piuttosto confusi dallle strategie di difesa dei due indagati, i consiglieri Fabrizio Ricca e Roberto Carbonero. In un primo tempo, infatti, il capogruppo del Carroccio in Sala Rossa aveva indicato l’avvocato Simone Giacosa, dello studio Zaccone, prima che il partito gli imponesse il suo penalista di fiducia, Mauro Anetrini, lo stesso che difende o ha difeso alcuni ex assessori leghisti – tra cui Massimo Giordano, Elena Maccanti e Giovanna Quaglia - nell’inchiesta sulle spese pazze.

print_icon