Moderati in ferie, il grillino “inciucia”

In commissione Urbanistica a Palazzo di Città Bertola non fa saltare subito il numero legale e subisce gli improperi dei colleghi di opposizione. E' già clima da campagna elettorale

Lentamente la politica ritorna tra i propri banchi e già il clima da campagna elettorale che sta avvolgendo l’Italia si trasferisce anche a Palazzo Civico a Torino. A litigare è inaspettatamente l’opposizione, con Pdl e Lega Nord che si scagliano addirittura contro il capogruppo del Movimento 5 Stelle Vittorio Bertola.

 

Lo scontro avviene durante la commissione Urbanistica, in cui il presidente Mimmo Carretta aveva avviato la discussione sul nuovo regolamento cittadino. I Moderati sono tutti ancora in vacanza e le assenze tra le file della maggioranza rischiano di far saltare il numero legale. Il giovane capogruppo del Carroccio Fabrizio Ricca che da un anno impronta la propria attività politica e amministrativa sulla richiesta del numero legale, chiede al presidente l’ennesima verifica e a rispondere “presente” c’è anche Bertola. Proprio lui.

 

Prima in aula, poi sui social network si scatenano le polemiche. Scrive Marrone: “Singolare che il Capogruppo del Movimento 5 Stelle Vittorio Bertola tenga il numero legale alla maggioranza in Commissione Urbanistica dopo essere stato nominato Vice Presidente della stessa commissione... Singolare o forse no? Avrà ragione Benigni a dire che Beppe Grillo sta tendendo la mano al Pd, anche se a modo suo? A Roma chissà, a Torino da oggi è così”, mentre Ricca parla addirittura di “prove di coalizione”. In realtà l’esponente grillino ha solo permesso lo svolgimento della discussione, impendendo alla fine la liberazione per l’aula del provvedimento. Insomma, ha fatto il suo dovere di oppositore, ma si sa: in amore e in campagna elettorale tutto è permesso.

print_icon