Monge
SI SCENDE

Auf wiedersehen, i tedeschi se ne vanno

Dopo il caso dell'addio di Alitalia "araba" un’altra batosta per i trasporti piemontesi: la compagnia ferroviaria Db, quella delle auto al seguito, chiude il servizio. “Pochi passeggeri e troppe perdite”. Ennesima grana per il governatore Chiamparino

 

Se dai cieli torinesi sparisce l’Alitalia araba, per il Piemonte non va meglio a terra: i tedeschi della compagnia ferroviaria DB hanno deciso di chiudere il servizio Autozug, treno con auto al seguito, che in Italia aveva il suo scalo ad Alessandria. Quella che era stata annunciata dieci anni fa come la porta italiana per il turismo del Nord Europa si chiuderà definitivamente. Alla base della decisione, secondo quanto scrive la Frankfurter Neue Presse ci sarebbero le consistenti perdite, si parla di decine di milioni, accusate dal gruppo ferroviario tedesco e lo scarso numero di passeggeri che non raggiungerebbe l’un per cento del totale complessivo registrato sull’intera rete delle lunghe distanze. Dai circa 400mila passeggeri che avevano fruito del servizio al momento dell’entrata in funzione, lo scorso anno la cifra si sarebbe più che dimezzata. Meno passeggeri, perdite sempre maggiori, insomma quanto basta per il gruppo tedesco per predisporre la chiusura di un servizio che aveva il suo peso nell’economia turistico-ricettiva, ma anche commerciale non solo alessandrina, ma di altri territori piemontesi.

 

Secondo quanto anticipato dalla stampa tedesca il piano predisposto dal gruppo DB prevedrebbe la chiusura definitiva entro il 2017, ma voci insistenti lasciano pensare a tempi assai più brevi. Ed è difficile immaginare che i tedeschi possano tornare sulle proprie decisioni, come viene auspicato dagli operatori economici piemontesi e pure nell’interrogazione presentata a Palazzo Lascaris dal consigliere Pd Valter Ottria e sottoscritta dai colleghi Ravetti, Rossi e Motta in cui si chiede quali azioni la giunta Chiamparino intenda assumere per valorizzare Alessandria come porta d’accesso al Monferrato e il Basso Piemonte. Per ora quella porta aperta dieci anni fa dalla Germania sta per essere chiusa. E il rischio che faccia lo stesso l’Olanda con Autoslaap, l’analogo servizio di treno con auto al seguito, non serve certo da consolazione.

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    15:32 Giovedì 04 Settembre 2014 unliberista Ferrovie dello Stato uber alles

    in questo paese non si può fare concorrenza a Trenitalia. putno e basta. Il mercato libero su rotatia è un'illusione, che lo dicano apertamente. vedi i casi di Arenaway e NTV ora, chi ci prova viene ammazzato.

Inserisci un commento