URNE

Con l’Italicum il Pd si pappa il Piemonte

Simulazioni degli uffici di Montecitorio sui dati delle Europee. Al partito di Renzi la maggioranza assoluta senza bisogno del ballottaggio. Nella regione ottiene 25 seggi sui 46 complessivi. Superano lo sbarramento del 3% anche FdI e Ncd - DOCUMENTO

Con l’Italicum il Pd vince al primo turno e guida il Paese da solo forte dei 340 seggi elettorali che la nuova legge assegna al primo partito. Uno scenario suggestivo per Matteo Renzi, da far accapponare la pelle alle varie minoranze, dal centrodestra al Movimento 5 stelle, quello emerso dalle simulazioni elaborate dal Centro studi della Camera, sui dati elettorali relativi alle ultime Europee. Certo, difficilmente alle prossime Politiche il Pd riuscirà a ripetere l’exploit dello scorso anno e poi è necessario specificare che “la nuova disciplina è applicata ad un’offerta elettorale e a comportamenti di voto che scontano altri contesti ed altre regole e non va quindi utilizzata come previsione dei risultati elettorali” come spiegano gli stessi tecnici di Montecitorio. Insomma, nessun valore scientifico, ma in attesa del suo debutto (non prima del luglio 2016, secondo quanto previsto dalla clausola di salvaguardia) è suggestivo capre quali effetti potrebbe produrre (LEGGI LO STUDIO INTEGRALE).

 

Gli otto collegi piemontesi sono così suddivisi:

Piemonte 1: Province di Vco e Novara

Piemonte 2: Province di Biella e Vercelli; collegio uninominale di Ivrea

Piemonte 3: Collegi uninominali di Venaria Reale, Rivarolo Canavese, Giaveno, Pinerolo

Piemonte 4: Collegi uninominali di Torino 3, Torino 7, Torino 8, Collegno

Piemonte 5: Collegi uninominali di Torino 1, Torino 2, Torino 4, Torino 5, Torino 6

Piemonte 6: Collegi uninominali di Chivasso, Settimo Torinese, Moncalieri, Nichelino, Rivoli

Piemonte 7: Province di Asti e Alessandria

Piemonte 8: Provincia di Cuneo

 

In Piemonte, il Pd passerebbe dai 21 eletti del 2013 a 25, ottenendo la maggioranza assoluta dei 46 seggi assegnati alla regione dalla legge elettorale. In particolare otterrebbe 3 seggi nel collegio che racchiude Vco e Novara, 3 in quello di Biella, Vercelli e Ivrea, 2 nel collegio di Venaria, Rivarolo, Giaveno e Pinerolo, 3 nei due collegi di Torino città, 4 nel collegio di Chivasso, Settimo, Moncalieri, Nichelino e Rivoli e in quella che accorpa le province di Asti e Alessandria e infine 3 a Cuneo. Per quanto riguarda le altre liste, supererebbero lo sbarramento del 3% il M5s (8 seggi), FI (6), Lega Nord (3), Ncd-Udc (1), L’Altra Europa con Tsipras, attualmente divisa in un arcipelago di partiti, partitini e sigle varie (1) e FdI (2). Va inoltre specificato che i confini dei singoli collegi individuati con l’Italicum sono ancora in via di ridefinizione e potrebbero subire delle modifiche.

 

Collegio

Seggi

Pd

M5s

FI

Lega

Ncd

Tsipras

FdI

1

5

3

1

1

-

-

-

-

2

5

3

1

-

-

-

-

-

3

5

2

1

1

1

-

-

-

4

5

3

1

-

-

-

-

-

5

6

3

1

1

-

-

1

1

6

7

4

1

1

-

-

-

-

7

7

4

1

1

1

-

-

-

8

6

3

1

1

1

1

-

1

Totale

46

25

8

6

3

3

1

2

 

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    15:58 Giovedì 23 Luglio 2015 LuigiPiccolo È ancora lunga !

    Si si ..... Acqua .... MARI

  2. avatar-4
    14:22 Giovedì 23 Luglio 2015 versionedibarney ma dalle europee

    ne è passata di acqua sotto i ponti.....

Inserisci un commento