RIMBORSOPOLI

Tempi da Lupi in Regione

L'unico esponente dei Verdi-Verdi è il consigliere che nei primi sei mesi dell'anno ha ottenuto maggiori rimborsi chilometrici e di presenza (autocertificati). In Giunta primo Sacchetto

Il recordman questa volta è lui, Maurizio Lupi, unico esponente dell’Orsetto che ride in Consiglio regionale. Il campione del rimborsino del 2011, nei primi sei mesi dell’anno corrente, surclassa la performance di Roberto Boniperti che con 37.030,02 si era piazzato in cima alla precedente classifica. Tocca al Verde-Verde, capofamiglia di un’intera schiatta piazzata alle spese del gruppo consiliare (fratello, sorella, moglie, nuora), guidare la graduatoria dei rimborsi: 12.085 euro tra risarcimenti chilometrici e indennità di presenza. Il collega novarese – nel frattempo diventato vicepresidente dell’Aula - ne ha finora incassati “solo” 9.377,21 euro, pari merito con il numero uno di Palazzo Lascaris, Valerio Cattaneo, che ha presentato rimborsi per 9.251 euro.

 

Tra i componenti della giunta, si conferma in testa Claudio Sacchetto, titolare delle deleghe all’Agricoltura, con 14.829 euro percepiti, giustificati dall’uso del mezzo privato, avendo rinunciato all’auto blu. Stupisce, in tal senso, l’elevato emolumento del compagno in esecutivo Michele Coppola: 10.498 euro. L’assessore alla Cultura è, infatti, residente a Torino e normalmente viaggia a bordo di una vettura di servizio con tanto di autista. Alberto Cirio, responsabile di Scuola, Sport e Turismo, abita nell’Albese e per i suoi spostamenti a iniziative istituzionali ha ottenuto fino a giugno scorso 10.253 euro. Poco sotto i diecimila euro gli assessori William Casoni (Commercio, di Cuneo), Massimo Giordano (Attività produttive, di Novara) e Ugo Cavallera (Urbanistica, di Alessandria). Elevato il rimborso ottenuto anche dalla “torinese” Claudia Porchietto, assessore al Lavoro: 8.300 euro.

 

Dopo i fuoriclasse Lupi e Boniperti, nel parlamentino di via Alfieri, svetta il rimborso del pidiellino Alberto Cortopassi (7.322 euro) e dell’Udc Alberto Goffi (6.546 euro). Sono ben 17 i consiglieri regionali che non hanno usufruito di alcun rimborso.

print_icon