VERSO IL CONGRESSO

Big Bang a Torino per i renziani doc

I Rottamatori della prima, seconda e terza ora. Cattolici ed ex diessini. Nasce sotto l'egida di Lepri, Gariglio e Catizone la nuova casa dei supporter del sindaco fiorentino. Tra i nuovi arrivi la parlamentare Bonomo e il consigliere regionale Oliva

Quando troppe imitazioni finiscono sul mercato (politico) è necessario tutelare il prodotto. Che poi si tratti di merce di qualità o carabattole sarà il tempo a dirlo. Con questo spirito i renziani doc, dop e docg (ma anche qualche penultimo arrivato) si sono dati appuntamento lunedì in via Masserano, sede del Pd subalpino. L’obiettivo? Registrare il marchio e cioè fondare un’associazione culturale per darsi un coordinamento e iniziare a discutere e organizzarsi in vista delle primarie. Il nome è un totem per il popolo  della rottamazione: si chiamerà Big Bang Torino. E così la corsa congressuale può davvero incominciare.

 

Tra i presenti all’adunata tanti che nel sindaco fiorentino hanno creduto sin dalla prima Leopolda, il sindaco di Nichelino Pino Catizone  in prima fila assieme a coloro che hanno guadato l’Arno in occasione delle scorse primarie contro Pier Luigi Bersani, tra cui il consigliere regionale Davide Gariglio e il senatore Stefano Lepri, con tutti gli amministratori e i dirigenti democrats a loro legati. Infine gli ultimi giunti: l’ex sottosegretario Gianni Vernetti, che in realtà sono un po’ di mesi che lavora per la “ditta”, la parlamentare Francesca Bonomo, il consigliere regionale Gianni Oliva, la sindaca di Vinovo Maria Teresa Mairo, i numerosi amministratori che sottoscrissero a suo tempo l'adesione a Renzi, l’ex primo cittadino grugliaschese Marcello Mazzù. Mentre gli “ateniesi” Davide Ricca e Paola Parmentola proseguono parallelamente la loro attività attraverso l'associazione "Adesso".

 

L’iniziativa segue di una settimana quella del sindaco Piero Fassino, anche lui ormai divenuto seguace del collega fiorentino. Sotto il suo cappello una cinquantina di amministratori democratici per iniziare a discutere di un’adesione formale alla mozione di Matteo Renzi. Che siano queste le imitazioni dalle quali diffidare secondo Gariglio & co? “Non può nascere come un’iniziativa ostile a questo o a quello” mette subito in chiaro uno dei promotori, anche se pare certo il tentativo di “offrire un ombrello sotto il quale ospitare quanti finora hanno condiviso un percorso. L’errore sarebbe di costruirci una corrente o un contenitore per scontri personali. No grazie”. Anche perché Renzi sul tema è stato chiaro: niente renziani, niente correnti, niente capibastone. Il suo partito è liquido. Il suo.

print_icon

10 Commenti

  1. avatar-4
    21:51 Venerdì 27 Settembre 2013 cesiracesira74 R.

    R. ha aumentato il debito di Firenze ora è anche condannato dalla corte dei conti per le spese pazze in viaggi e cene. Sinceramente non voglio un berluschino al PD poi per quanto i noialtri del Piemonte stendiamo un velo pietoso su G. e non punto G

  2. avatar-4
    18:28 Venerdì 27 Settembre 2013 pasc Renzi?

    Posso solo dire che hanno troppa fiducia in Renzi, ciò significa che stanno puntanto tutto per tutto per non le perdere il proprio posto di lavoro, vuol dire che non hanno più stimoli per poter governare.Se non si ascoltano le esigenze dei cittadini, non si va da nessuna parte, basta con chiacchere e interessi personali, bisogna che incominciate ad aprite gli occhi, l'Italia stà passando nelle mani degli stranieri.Non si comanda una città vendendo il t.p.l lasciando circa 200 lavoratori a casa, non si possono vendere i servizi pubblici senza rendere conto a chi ha creduto in voi. Con questo ringrazio chi ha voluto leggere il mio sfogo.

  3. avatar-4
    17:21 Venerdì 27 Settembre 2013 iansolo Gariglio ... Gariglio... Gariglio...

    l'efficace ad di gtt che ha fatto dei dipendenti della ex municipalizzata dei trasporti il suo esercito di preferenze? Quello che ha iniziato il percorso che fa si che oggi si debba venderne un pezzo? Quello che vanta tra le sue i cervelli più fini di città e provincia? Mica quello...vero?

  4. avatar-4
    15:19 Venerdì 27 Settembre 2013 mammaitaliana No cariatidi....

    Il rischio è quello di imbarcare le solite cariatidi sempiterne.... Bè, anche dall'altra parte...vedi Damiano con Luca, Folena , ecc.La conservazione e il recupero.

  5. avatar-4
    15:15 Venerdì 27 Settembre 2013 iansolo Vernetti... Vernetti... Vernetti

    ... mica il giovane di lotta continua? Mica l'ex consigliere dei verdi negli anni 90 poi assessore con castellani, poi cento città poi democratici poi seduto sugli scranni del parlamento e sottosegretario con la margherita/ pd e poi api per dodici anni? Mica lui, vero?

  6. avatar-4
    15:05 Venerdì 27 Settembre 2013 iansolo Ma della, triste, storia di Jalil Osmane...

    ... Renzi ne sa qualcosa?

  7. avatar-4
    14:53 Venerdì 27 Settembre 2013 iansolo Ricca...Ricca.... Ricca

    mica il consigliere di circoscrizione in alleanza per torino, quota rete di Orlando, già consigliere provinciale nei democratici... poi candidato/trombato nei moderati...??? Quello che si faceva le mèche? Quel Ricca li'? O per carità... Gli ateniesi, veri, si girano nelle tombe...

  8. avatar-4
    13:41 Venerdì 27 Settembre 2013 unliberista procedura standard

    sosteniamo - inglobiamo - neutralizziamo - controlliamocome dice il gatto nero , Occhio MAtteo!

  9. avatar-4
    11:48 Venerdì 27 Settembre 2013 massimo Italia paese ridicolo

    Prima Lepri e Gariglio, poi Vernetti (!), ora Oliva e, addirittura Fassino (!!). Siamo a posto, altro che rinnovamento.

  10. avatar-4
    10:09 Venerdì 27 Settembre 2013 gattonero Renzi....

    ti stanno sostenendo tutta -o quasi- gente da rottamare...occhio.

Inserisci un commento