L'ALTRA FESTA

Travaglio grillino al Movifest dei 5 stelle

Il vicedirettore del Fatto a Torino per la kermesse del Movimento. Dimenticati gli screzi recenti il giornalista è la vera star. Nei dibattiti anche due assessori di Palazzo Civico, mentre la giunta Cota resta alla porta. Appendino: "Nessuna paura del confronto"

In passato c’erano state delle tensioni, è vero, ma Marco Travaglio resta un punto di riferimento per il Movimento 5 stelle. E pazienza se in occasione dell’espulsione della “cittadina parlamentare” Adele Gambaro il vice direttore del Fatto avesse addirittura paragonato Beppe Grillo a Ceausescu. Il legame tra i due resta saldo, l’obiettivo è comune: abbattere una classe politica che in questi anni si è rivelata incapace. A ulteriore testimonianza della vicinanza “culturale” tra i due, l’ospitata riservata al giornalista torinese in apertura del Movifest dei grillini piemontesi che si svolgerà sabato 14 e domenica 15 ai giardini del Parco Dora in un incontro dal titolo eloquente: “Oltre le larghe intese”. Dibattito nazionale e locale si intrecciano per un movimento che proprio a Torino da tempo si prepara al blitz a Palazzo Civico, dopo che nel 2011 fu in grado di portare in Sala Rossa due esponenti, Vittorio Bertola e Chiara Appendino. Tra alti e bassi la loro azione di pungolo all’amministrazione Fassino (una delle poche voci fuori dal coro in un’opposizione fin troppo placida in Sala Rossa) ha accresciuto il consenso e ora, sui social network, c’è già chi avrebbe promosso la Appendino a candidata sindaco del Movimento alle elezioni del 2016. C’è tempo, è vero, ma intanto se ne parla.

 

Tra gli ospiti di respiro nazionale presenti alla festa anche l’imprenditore e testimone di giustizia Pino Masciari, che il consigliere regionale democratico Nino Boeti vorrebbe far assumere dalla Regione proprio in virtù del suo impegno contro la ‘ndrangheta, il sidacalista Fiom Giorgio Cremaschi, il magistrato e scrittore Bruno Tinti (tutti presenti sabato). La domenica ci si concentrerà di più sulla politica cittadina e regionale: istruzione, sanità, trasporto pubblico. Temi ai quali sono stati chiamati tra i relatori anche due esponenti di spicco dell’amministrazione torinese: l’assessore al Bilancio Gianguido Passoni e il collega all’Urbanistica Stefano Lo Russo, il primo apolide legato alla sinistra cittadina, l’altro democratico (e democristiano) convinto. E torna alla mente quando alla festa del Pd dello scorso anno proprio Appendino e Bertola furono costretti dal servizio d’ordine democrat ai cancelli (foto), senza la possibilità di entrare, neanche da spettatori, durante la serata con l’allora segretario Pier Luigi Bersani: «Noi non abbiamo paura del confronto - taglia corto la Appendino - vogliamo parlare della città e lo facciamo con due rappresentanti importanti».

print_icon

10 Commenti

  1. avatar-4
    01:01 Venerdì 30 Agosto 2013 gastone la storia farà il suo corso

    Beria (che bel nome!!!!), Democrazia, quanta paura di un cambiamento totale! La storia farà il suo corso e magari perderete i privilegi e le protezioni di cui ora sembrate godere, siate pazienti.

  2. avatar-4
    22:41 Giovedì 29 Agosto 2013 MassimoDAzeglio Salamelle nel ...

    Bello andare alle feste del PD per farsi prendere in giro con i soliti discorsi vecchi, le solite promesse, il novello Berlusconi da Firenze.La politica si fa con i fatti: rifiuto dei rimborsi elettorali, auto-riduzione degli stipendi con destinazione dell'avanzo ad un fondo per le piccole e medie imprese, trasparenza e collegialità nelle decisioni, 20 punti presentati prima delle elezioni tradotti nei 4 mesi di legislature in proposte di legge e mozioni.Il futuro è il M5S, voi continuate a raccontarvela in congressi, guerre tra bande, coalizioni, ecc... mentre il Paese è in ginocchio.

  3. avatar-4
    22:29 Giovedì 29 Agosto 2013 massimo5* non c'è alternativa

    Tutta questa preparazione in giro non si vede, basta assistere ai consigli comunali…Il M5S ha portato un punto di rottura nel mondo della malapolitica, quella che prima si additava al Berlusconismo, ma ora che è al governo con il Pd non esiste neanche più. Mi viene la nausea vedere i commenti (legittimi per l'amor di Dio in quanto espressione di un pensiero) di pseudo comunisti che continuano ad appoggiare il malaffare e a combattere una libera cittadinanza che cerca di porre rimedio allo sfacelo derivante dai partiti. Comunque mi sa che il futuro non sarà più dx o sx ma il giusto o sbagliato: FATEVENE UNA RAGIONE.

  4. avatar-4
    21:43 Giovedì 29 Agosto 2013 democrazia buona fortuna

    Ovviamente il militante del M5S tenta di difendere l'indifendibile.... Sull'inceneritore il sig. Grillo disse che dovevano passare sul cadavere di PIzzarotti per farlo... risultato è in piena funzione... ovviamente l'inceneritore.. non certo il piccolo sindaco..... Quanto al solito terrorismo psicologico sulla salute tralascerei in quanto spesso è un'arma che si usa quando si vuole spaventare e impressionare la gente senza alcun dato scentifico che provi tali abnormi affermazioni...Basta poi con questa retorica sulla purezza preaunta si alcuni contro il male assoluto sempre rappresentato dagli altri. I politici sono lo specchio dell'Italia e degli italiani, ne più ne meno. Ce ne sono di eccellenti e di pessimi così come ci sono buoni medici e cattivi, buoni insegnanti e cattivi, buoni magistrati e pessimi magistrati..... L'Italia non lo dimentichiamo rimane uno dei paesi più ricchi del mondo, certo tra il gruppo dei big è uno dei più deboli ma non per la qualità della politica soltanto ma per problemi strutturali e culturali storici risalenti a secoli prima e difficilissimi da cambiare.... Se è così facile governare il sig. Grillo aveva solo da accettare le avance di Bersani ....Non ha accettato seno gli italiani avrebbero capito in 10 giorni il bluff che si nasconde dietro a questi. Siamo seri....

  5. avatar-4
    18:58 Giovedì 29 Agosto 2013 democrazia buona fortuna.....

    Il militante del M5S ovviamente prova a difendere l'indifendibile..... Si va avanti a slogan, a concetti generici del mito dei puri contro gli sporchi schifosi ladri (tutti glj altri).. Questa non è la politica pulita o la nuova politica ma è quanto di più vecchio esiste e per certi versi con preoccupanti somiglianze alle parole d'ordine di personaggi che presentandosi come i salvatori della patria hanno portato solo dittature e rovine (la storia non si ripete mai con le stesse forme ma i pericoli sono esattamente gli stessi). Certo che ci sono cose che non vanno, politici come imprenditori, come medici, come magistrati o impiegati che hanno rubato ma la crisi del nostro Paese è strutturale... Siamo tra i paesi più ricchi del Mondo ma rispetto ai più ricchi siamo insieme ad esempio a Spagna e POrtogallo tra i più in difficoltà per ragioni storiche e anche culturali difficilissime da modificare...... Lasciate perdere la critica solo e sempre ai politici che sono lo specchio di un popolo.... Fosse solo un problema dei politici..(che pure hanno certo delle colpe).... Questo serve solo a chi vuole conquistare il potere per far finta di essere nuovo e puro (attenzione ....chi si attegia a puro è il primo da diffidare perché ti fotte più degli atri con il concreto rischio che non te ne accorgi nemmeno!).....

  6. avatar-4
    17:46 Giovedì 29 Agosto 2013 MassimoDAzeglio leggete troppa Repubblica e Unità...

    Documentatevi con altre fonti.Pizzarotti ha provato a fermare l'inceneritore e in campagna elettorale ha promesso che avrebbe fatto tutto il possibile per non farlo partire.Se poi voi siete convinti che bruciare i rifiuti sia il futuro, ne riparliamo tra 30-40 anni quando il numero dei tumori e delle leucemie sarà aumentato in Torino e provincia.Poi la barzelletta che bisogna far gavetta per fare politica è una panzana enorme.Abbiamo visto in questi ultimi 20 anni dove ci hanno portato i politici di professione. Legati con il culo alla poltrone e interessati solo a difendere il proprio interesse.W LA POLITICA PULITA, senza soldi ma con tanta passione.W IL M5S

  7. avatar-4
    17:14 Giovedì 29 Agosto 2013 nelbeneenelmale Comunali 2016

    brutte sorprese in vista per Fassino

  8. avatar-4
    16:41 Giovedì 29 Agosto 2013 democrazia ma per piacere!

    Ma quando finirà sta pagliacciata dei 5 stelle.... Non ci basta la nullità di persone o meglio personaggi che riempiono la nostra quotidianità ormai da mesi! Sono il nulla e nel nulla ritorneranno con le loro visionarie panzane... Avete visto Pizzarotti a Parma? A parte una Città terribilmente peggiorata rispetto a prima, basta girarla e parlare con le gente.... Ma per l'inceneritore???? Quanto terrorismo psicologico inculcato alla gente sulle paure per la sua realizzazione.... Non verrà mai messo in funzione grazie a Pizzarotti, bisognerà passare sul suo cadavere, solennemente urlava il comico Grillo.. Risultato.... con o senza il piccolo sindaco l'inceneritore è partito per fortuna regolarmente!! Per il nulla che stanno facendo dovrebbero restituire tutti i soldi che ingiustamente percepiscono anche al parlamento.... non ci si improvvisa nemmeno politico nella vita. ?. Anche per arrivare a quei ruoli occorrerebbe aver fatto gavette nei quartieri, nelle circoscrizioni, nei comuni, nelle piccole associazioni, sarebbero forse un po meno arrogantelli e presuntuoselli..... la politica mi spiace ma è un mestiere.... che presuppone studio, conoscenza ed esperienza.....

  9. avatar-4
    16:13 Giovedì 29 Agosto 2013 andrea spifferone Di male in peggio...

    Concordo con Beria... i grillini, un enorme patrimonio elettorale dilapidato dall'imbarazzante incapacità politica dei suoi eletti.

  10. avatar-4
    15:38 Giovedì 29 Agosto 2013 Vilmo L'obiettivo comune...

    ...sarebbe abbattere una classe politica rivelatasi incapace e sostituirla con chi? Vito Crimi? Beppe, non c'è Zelig che tenga, sei sempre tu il comico numero 1.

Inserisci un commento