ARRENDETEVI

“Il Piemonte sarà a 5 stelle”

Il grillino Bono chiede “elezioni subito” e lancia il guanto di sfida a Chiamparino: “Candidando lui il centrosinistra ci fa un bel regalo. Siamo una forza matura e radicata sul territorio. Pronti a guidare la Regione”. Verrà consultata la base, non solo su internet

“Altro che Chiamparino, ora tocca a noi”. A meno di 24 ore dalla sentenza del Tar che ha annullato le elezioni del 2010, il Movimento 5 stelle si candida a guidare la Regione Piemonte e lo fa con il suo capogruppo e consigliere di Palazzo Lascaris Davide Bono, rimasto solo a rappresentare i pentastellati dopo l'espulsione di Fabrizio Biolè, eletto in una formazione che quattro anni fa ottenne oltre 90mila preferenze, pari al 4,08 per cento. Un bottino di voti decisivi per la sconfitta di Mercedes Bresso che allora prese sottogamba l'improvvisa comparsa di una lista che invece pescò voti proprio nell’elettorato di centrosinistra. Oggi il movimento di Beppe Grillo è una forza più strutturata e radicata sul territorio, che in Piemonte i sondaggi accreditano attorno al 25 per cento, in grado di mietere alle ultime Politiche oltre 700mila voti. Da allora il Movimento ha cambiato volto, subito scissioni e digerito defezioni, costruito cellule operative pressoché ovunque, ritagliandosi il ruolo di oppositori intransigenti, spine nel fianco dei governanti delle varie amministrazioni, a partire dal Comune di Torino.

 

«In questi quattro anni abbiamo fatto un'esperienza importante e siamo diventati una forza matura e organizzata sul territorio», afferma Bono, dopo aver ribadito che il pronunciamento dei giudici amministrativi «non è contro Cota, né contro una parte, ma contro una classe politica disposta a tutto, anche alla violazione delle leggi, pur di vincere». Insomma, il ritornello non cambia, destra e sinistra sono la stessa cosa e il Pd non è più il Pdl meno elle solo perché il Pdl si è ormai dissolto. A testimoniarlo, secondo l’esponente pentastellato, sono le stesse sentenze dei giudici che hanno evidenziato come «più liste alle regionali erano false: non solo quella dei Pensionati per Cota, ma anche quella dei Pensionati e Invalidi per Bresso e le liste di Rabellino».

 

Tutti della stessa pasta, dunque. Per svoltare servono i 5 stelle. Ma riusciranno a presentare la lista? La risposta non è affatto scontata dopo quanto accaduto in Sardegna, regione nella quale a causa delle beghe tra i maggiorenti locali, Grillo ha fatto saltare il banco, decidendo di non concedere a nessuno il simbolo. E, si sa, il tasso di litigiosità dei grillini piemontesi, seppur mitigato negli ultimi mesi da un'apparente armonia, è tradizionalmente altissimo, destinato a acutizzarsi sotto elezioni. «Non ci saranno scontri – assicura Bono – anche perché piuttosto che ai nomi daremo la precedenza al programma. Partiremo da lì e coinvolgeremo tutta la nostra base. Lo stesso faremo quando sarà il momento di scegliere il candidato presidente». Un percorso partecipato, anche se al momento non sono ancora state individuati tempi e modalità. Una cosa è certa, secondo l'esponente grillino: «Candidare Chiamparino è il più grande regalo che possa farci il centrosinistra: è il simbolo dello smantellamento del tessuto industriale torinese e della cementificazione della città, per non parlare dei 3,5 miliardi di debiti lasciati nelle casse di Palazzo Civico».

 

A fare eco alle parole del rappresentante a Palazzo Lascaris, le dichiarazioni di due parlamentari novaresi, Davide Crippa, "cittadino eletto alla Camera dei Deputati" e Carlo Martelli, "cittadino eletto al Senato della Repubblica". Una stoccata a Cota e un siluro a Bresso nel loro attacco bipartisan alla partitocrazia allobroga: «Speriamo che almeno ora Cota riesca a comprarsi le mutande da solo. Magari c'è qualche negozio di intimo sulla strada di casa, anche se dovrà raggiungerla a piedi visti i tagli indiscriminati di questi anni a trasporto pubblico e ferroviario». E all'ex zarina non fanno sconti: «Non capisco come faccia a festeggiare la Bresso. Si è forse dimenticata che a fine dicembre il gip di Torino ha disposto la cancellazione degli atti che hanno permesso la presentazione della lista Pensionati ed Invalidi per Bresso? Noi no», conclude Crippa. La campagna elettorale è iniziata.

print_icon

18 Commenti

  1. avatar-4
    10:41 Lunedì 13 Gennaio 2014 mwcampo Il Piemonte fece l'Italia, diamo di nuovo un segnale forte!

    Dopo tre giunte (Ghigo, Bresso, Cota) in cui abbiamo visto l'intero arco politico scavare un gigantesco buco di bilancio e progressivamente distruggere i servizi pubblici ed il tessuto economico in mezzo a scandali, malvessazioni, corruzione ed infiltrazioni mafiose, forse e' l'ora di cambiare registro e l'opportunita' finalmente c'e'. M5S, dal piu' piccolo Comune al Parlamento ha dimostrato di saper mantenere le promesse e di portare avanti le proprie battaglie con coerenza, onesta' e serieta'. Chi altri puo' affermare lo stesso? Che dal Piemonte rinasca l'Italia!

  2. avatar-4
    22:36 Domenica 12 Gennaio 2014 patty i grillini ce l'hanno duro. Come Cota, per la cui vittoria furono decisivi, magari ora gli ricambia il favore...

    I piemontesi hanno bisogno di un'amministrazione, non di strani personaggi che al massimo sanno mandarsi dei vaffa fra di loro. Due grillini stavano già in Consiglio e nessuno se n'è accorto, tranne il povero Biolè che per aver voluto fare seriamente il suo mestiere è stato epurato. Cioè gli unici decenti li fanno pure fuori, e ci dovremmo affidare a sta gente... chissà perchè ricordano i leghisti della prima ora, ma sappiamo com'è andata a finire, ed il Piemonte ha pagato il prezzo più alto.

  3. avatar-4
    21:49 Domenica 12 Gennaio 2014 MassimoDAzeglio silvioviale

    Vada a raccontare ai mercatali e commercianti tartassati da tarsu e imu tra le più alte d'italia. TORINO è la città più inquinata d'italia e la più indebitata. Questo sono numeri e fatti. Per il resto ci sono le panzane che racconta lei in consiglio comunale

  4. avatar-4
    20:48 Domenica 12 Gennaio 2014 GIORGIO NON SOLO TORINO

    NON ESISTE SOLO TORINO MA TUTTA L ITALIA CI SAMO ANCHE NOI.

  5. avatar-4
    20:31 Domenica 12 Gennaio 2014 silvioviale DISTRUTTO LA CITTA' DI TORINO?

    Ma dove vivi. Le parole hanno un significato e non basta il vocabolario 5S per cambiarlo. E' proprio il caso di dire "esageruma nen". A sentirti Massimo tapparellista marchese d'Azeglio si rivolterebbe nella tomba e tornerebbe per salvare il Piemonte da te e l'm5s.

  6. avatar-4
    19:05 Domenica 12 Gennaio 2014 spuffydark @mariosmara

    sei l'esempio di disinformazione dell'italiano medio teledipendente.....specchio di questo paese. Guarda che l'inceneritore a Parma l'ha voluto la vecchia amministrazione che ha firmato un contratto capestro per cui se non fosse stato rispettato il comune avrebbe dovuto pagare un'esorbitante penale, che il comune ridotto all'osso con 900 e rotti milioni di debito non poteva permettersi. Per onore della cronaca il comune sta facendo di tutto per farlo chiudere.

  7. avatar-4
    18:04 Domenica 12 Gennaio 2014 MassimoDAzeglio m5s

    E' l'unica alternativa per salvare il Piemonte. Chiamparino ha distrutto la città di Torino, ora non possiamo certo consegnare la regione a questo incapace.

  8. avatar-4
    15:47 Domenica 12 Gennaio 2014 silvioviale PIAGNONA

    Me n'ero dimenticato che all'inizio della vicenda Giovine, quando i radicali fecero il ricorso con la Bresso, i pentastellati definirono "piagnona" la richiesta di legalità di Emma Bonino. Anche loro potevano associarsi al ricorso... Non lo fecero e ora cantano vittoria a sbafo. Sui risultati delle prossime elezioni piemontesi stiamo a vedere. Di certo Basilicata e Sardegna non sono bene augurali.

  9. avatar-4
    10:17 Domenica 12 Gennaio 2014 clandestino bono

    sara' riuscito in questi 4 anni almeno a capire dov'e' e quali sono i suoi compiti?... oppure era troppo occupato a comprare le maschere antigas con i soldi dei contribuenti...

  10. avatar-4
    02:38 Domenica 12 Gennaio 2014 dalila La banda del buco

    Bene, il prossimo candidato del centro-sinistra sarà Chiamparino, il mago dei derivati, il re del buco in bilancio.Speriamo che i torinesi si ricordino di ciò che ha fatto.Purtroppo l'elettore PD è dotato di una mediocrità senza eguali

  11. avatar-4
    01:00 Domenica 12 Gennaio 2014 capkirk @democrazia

    Ecco bravo, visto che chi vota M5S è un fesso tu continua a votare i soliti PD/PFL/Lega...votateli. Poi non lamentatevi di tasse inveneritori TAV malaffare...per cominciare.

  12. avatar-4
    21:09 Sabato 11 Gennaio 2014 democrazia stelle cadenti!!!

    Ma per favore, ma lo vedete e poi sentite ciò che farnetica questo signor Bono!! Con questi al governo del Piemonte o del più piccolo dei comuni italiani siamo alla rovina. Sono solo personaggi pieni di ideologie, drogati di internet di blog e di odio verso chiunque non sia stato benedetto dal loro guru!!! Certo che sia Cota che il Chiampa non saranno il massimo ma quiè in gioco il futuro di una delle regioni più importanti dell'Italia e d'Europa... I piemontesi sono gente tosta e intelligente e non sono fessi sig. Bono.....

  13. avatar-4
    20:48 Sabato 11 Gennaio 2014 dirio18 Governate pure !!!!!

    Purtroppo alla fine chi ci rimetterà sempre saranno solo e solo i cittadini....Proviamo pure a far governare un gruppo di giovani guidasi da un Comico !!!!!! Ricordiamoci la Lega degli anni 90' avrebbero dovuto cambiare il mondo ( 26-29% ) come ci hanno e come si sono RIDOTTI !!!!!!!!

  14. avatar-4
    16:12 Sabato 11 Gennaio 2014 marioasmara inceneritori a 5 stelle

    basta andare a vedere a Parma.....l'inceneritore non c'era....ora c'è......

  15. avatar-4
    15:28 Sabato 11 Gennaio 2014 aboasso COSA HANNO FATTO PER BUTTARLO GIU'?

    cosa hanno fatto per contrastare cota questi qui?ricordo che bono si dichiarò ex elettore della lega e oggi l'm5s si comporta come quelli che vent'anni fa mostravano il cappio in parlamento. prenderanno tanti voti certo. quelli dei piemontesi razzisti e stupidi. e il piemonte retrocederà ancor di più sul piano della civiltà, economia e benessereci sono troppe analogie per non vedere che bono o chi per lui è lo stesso tipo di uomo mediocre che è cota.

  16. avatar-4
    14:31 Sabato 11 Gennaio 2014 cesiracesira74 se chiudete inceneritore

    se nel vostro programma è prevista la chiusura degli inceneritori avrete il mio voto

  17. avatar-4
    12:33 Sabato 11 Gennaio 2014 Un Cittadino Non firme false!

    Le firme della Lista Pensionati e Invalidi per Bresso NON ERANO FALSE! Erano state certificate le firme AUTENTICHE di accettazione di candidatura da parte di un certificatore regolare e accreditato, ma in un luogo diverso da quello in cui avrebbero dovuto essere siglate. Si è trattato di un illecito amministrativo e non penale, verso il quale peraltro nessuno ha presentato ricorso in sede giudiziaria.

  18. avatar-4
    12:23 Sabato 11 Gennaio 2014 ripa Il Piemonte sara' a 5 stelle

    ...e strisce

Inserisci un commento