CARRIERE NOSTRANE

Tricarico, addio (amaro) alla Sala Rossa

L'ex assessore, braccio destro del neo sindaco di Roma Marino, lascia dopo 20 anni il Comune di Torino. Venerdì al termine della seduta della Commissione antimafia presenterà le dimissioni. "Se solo Fassino mi avesse cercato...". Subentra il renziano Araldi

IN SELLA Roberto Tricarico

Quando venerdì si chiuderà la seduta della Commissione antimafia, il presidente Roberto Tricarico rassegnerà le proprie dimissioni da consigliere comunale di Torino per intraprendere la sua nuova esperienza in Campidoglio, al fianco del sindaco Ignazio Marino. Un atto che, come lui stesso ammette, compie a malincuore, dopo esattamente 20 anni trascorsi a Palazzo Civico tra gli scranni della Sala Rossa e incarichi in giunta. «E’ una decisione che non prendo a cuor leggero, anche se sono profondamente grato al sindaco Marino per l’opportunità che mi ha offerto» spiega allo Spiffero. Una scelta a lungo ponderata, proprio mentre a Torino Piero Fassino starebbe per chiudere il rimpasto nella sua squadra, una girandola che in una fase sembrava addirittura potesse coinvolgere Tricarico: «Di fronte a una sua chiamata sarei stato oggettivamente in difficoltà, ma quella telefonata non è mai arrivata».

 

Eletto per la prima volta in Consiglio nel 1993, a soli 25 anni, sotto le insegne dei Verdi, Tricarico venne riconfermato nel 1997. Poi con l’era di Sergio Chiamparino la promozione in giunta come assessore all’Ambiente e alla Casa. Smentendo quanti gli pronosticavano vita breve al governo cittadino, ci rimase dieci anni, riscuotendo stima e apprezzamenti generalizzati e ben oltre lo stesso centrosinistra. Nel 2011 tentò anche la scalata al vertice di Palazzo di Città, cercando di correre alle primarie, trovando però la strada sbarrata dalle nomenclature di partito e dagli apparati locali.

 

«Ringrazio coloro che in queste settimane hanno avanzato il mio nome per un incarico nella squadra di Fassino». Com’è noto, nei giorni scorsi una serie di esponenti della società torinese tra cui il presidente del Collegio dei costruttori Alessandro Cherio e il banchiere Enrico Salza si sono espressi pubblicamente e privatamente per un suo rientro nei ranghi amministrativi, trovando però sordo il sindaco. Dalla prossima settimana Tricarico siederà in Campidoglio, nell'ufficio con vista sui Fori imperiali, con l’incarico di dirigente in staff: terrà l’agenda del primo cittadino, sul suo tavolo passeranno i dossier più spinosi relativi alla vita della Capitale. Il suo primo compito sarà quello di aprire l’Ufficio per i rapporti con i cittadini.

 

Del lavoro svolto in seno alla Commissione antimafia si dice «soddisfatto, anche grazie all'impegno dei colleghi». Manca ancora la relazione finale (il rapporto verrà steso in autunno) e i dati sulla ricerca commissionata all’Università di Torino sul livello di percezione della criminalità dei cittadini piemontesi, ma il più è fatto.

 

Gli subentra in Sala Rossa il renziano Andrea Araldi, 49 anni, commercialista d’ispirazione liberale, con un passato nella Rosa nel Pugno. Primo escluso l’ex ras socialista Giusy La Ganga, che potrebbe subentrare qualora venisse promosso in giunta uno dei consiglieri democratici.

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    17:47 Giovedì 11 Luglio 2013 silvioviale Precisazioni

    A dire il vero, quando divenne consigliere comunale nel giugno del 1993, aveva ancora 24 anni.Comunque è stato un ottimo assessore. Un buon pedalatore ... chissà se prima o poi vedremo lui e Marino arrancare in bicicletta sulle rampe che portano al Campidoglio, notoriamente un colle.

  2. avatar-4
    07:17 Giovedì 11 Luglio 2013 osservatore precisazioni

    Tricarico ha sempre goduto di buona stampa ma è bene essere precisi. E'stato consigliere dal 1993 al 1997, nella tornata elettorale di quell'anno venne trombato. Nuovamente bocciato dagli elettori nel 2001, riuscì all'ultimo momento a diventare Assessore alla Casa grazie alle pressioni esercitate su Chiamparino dal neo parlamentare Zancan, eletto in quota Verdi, di cui Tricarico era all'epoca segretario.

  3. avatar-4
    19:19 Mercoledì 10 Luglio 2013 voltaire ARALDI?

    Araldi chi?

Inserisci un commento