VERSO IL VOTO

Partito della Nazione, si fa ma non si dice

La direzione del Pd torinese respinge ogni suggestione sulla nascita di una creatura che "non esiste". Il bersaniano Giorgis esulta. Ma allora che ci faceva martedì il ciellino Leo con Fassino? E Magliano tratta la candidatura nei Moderati - DOCUMENTO

Il Partito della Nazione non esiste, ergo Torino non sta sperimentando alcun laboratorio politico da estendere domani a livello nazionale. Se poi, qualche esponente del centrodestra, in modo del tutto disinteressato, e mosso dalle proprie convinzioni politiche, decidesse autonomamente di sostenere Piero Fassino, beh nessuno glielo impedirà. Il Pd, piuttosto, si impegna a costruire una "forte coalizione ancorata nei valori del centrosinistra". Questo il sunto del documento votato all'unanimità dalla direzione provinciale e sigillato dalla relazione del segretario Fabrizio Morri, incalzato sull'argomento dalla sinistra del partito, preoccupata per quella deriva centrista già presa a Roma per barcamenarsi tra un battito d'Ala e un altro. Per dirla con il deputato bersaniano Andrea Giorgis, il Pd “respinge la suggestione del Partito della Nazione e non cade nella trappola di trasformare la consultazione amministrativa in un esperimento politico nazionale che segnerebbe la fine del centrosinistra e la mutazione genetica del Partito democratico”. Squillo di trombe. E proprio mentre a Roma, alla direzione nazionale, il segretario Matteo Renzi nel denunciare il tentativo della sinistra extra-Pd (SI-Sel) di “politicizzare il voto” contrapponendosi al Pd in città dove si governava insieme, citava il caso di Torino, “dove hanno avviato una campagna nazionale”. Nel mirino del leader del Nazareno c’è, ovviamente, Giorgio Airaudo.

 

LEGGI IL DOCUMENTO

 
Qui si fermano le dichiarazioni ufficiali e si può tornare a occuparsi della realtà. Il sostegno di Enzo Ghigo, Michele Vietti e, più sotto traccia (ma non meno attivo), dell'ex senatore Aldo Scarabosio, in vista delle prossime nomine nelle due fondazioni bancarie cittadine, è poi così disinteressato? E gli altri pezzi di establishment che silenziosamente bussano ogni giorno alla porta del Lungo? Martedì, per esempio, è stata scorta la sagoma di uno svolazzante Giampiero Leo, ex assessore e consigliere regionale con il Pdl, capostipite dei ciellini torinesi, a colloquio con il "bravissimo" (figuriamoci se non ha trovato un superlativo anche per lui) Fassino. Anche i sampietrini davanti alla Consolato sanno che ha una voglia matta - come Ghigo - di dare una mano all'altro ciellino piazzato nelle istituzioni, il vicepresidente della Sala Rossa Silvio Magliano, eletto nella lista del Pdl e in procinto di balzare sullo zatterone dei Moderati. E in cambio  l'ecumenico "spendolo", come lo definivano i detrattori negli anni in cui gestì con manica larga la cultura regionale, potrebbe trattare qualche prestigioso incarico nel sottogoverno cittadino. Fondazioni? Teatri? Chissà. Il Pdn, dopotutto, è una sigla di potere, votata al pragmatismo, che prevede in una Fase 1 le alleanze, e in seconda battuta la distribuzione di prebende.
 
E se il Pd ritrova unità sul fermo no (a parole) al Partito della Nazione, lascia per il momento irrisolto il nodo legato alla scelta dei candidati presidente delle circoscrizioni: in una settimana di confronti riservati fra le correnti il segretario ha raccolto ogni proposta: i signori delle tessere vogliono far pronunciare gli iscritti, i campioni delle preferenze chiedono di allargare la platea agli elettori, la maggioranza se la risolverebbe volentieri al caminetto delle correnti. Se ne riparlerà. 

print_icon

4 Commenti

  1. avatar-4
    14:31 Sabato 23 Gennaio 2016 Bandito Libero Hiro Shida e Lancillotto: MITICI!

    Partito della Razione è geniale e PERFETTO! E lancillotto: sei troppo dotto per quelli del PD. Per il PCI di una volta forse, ma con questi del PD ci hai mai parlato insieme?? Ma secondo te sanno chi è l'Adelchi?! Se parli di "coro" subito pensano allo stadio!!!

  2. avatar-4
    10:25 Sabato 23 Gennaio 2016 lancillotto Il Partito della nazione

    A rileggere il Manzoni si trovano nelle sue opere anticipazioni di fantapolitica! Adelchi, coro dell'atto primo: Il forte si mesce col vinto nemico,Col novo signore rimane l’antico;L’un popolo e l’altro sul collo vi sta.

  3. avatar-4
    07:25 Sabato 23 Gennaio 2016 Dedo capellano Lavorare oppure in pensione

    Ma chissà perché questi politicanti non vanno in pensione oppure se sono ancora abbastanza giovani a LAVORARE!!

  4. avatar-4
    21:14 Venerdì 22 Gennaio 2016 Hiroshi Shiba Partito della Razione!

    A ciascuno la sua. Amen

Inserisci un commento