GRANA PADANA

Lega, dopo la conta arrivano le purghe

Salvini chiede provvedimenti contro i dissidenti del Carroccio piemontese. A un passo dall'espulsione Angeleri e Piccolo. Il prossimo epurato potrebbe essere il novarese Bona. Solo Bossi si oppone. Pugno duro contro la prima linea della Gancia

Dopo la conta la resa dei conti. A meno di due settimane dal congresso di San Valentino e dall’incoronazione di Riccardo Molinari a nuovo leader piemontese, nella Lega Nord si preparano le purghe contro i dissidenti. Un’iniziativa presa direttamente da Matteo Salvini nel Consiglio Federale di venerdì scorso, quando ha proposto l’espulsione dell’ex consigliere regionale Antonello Angeleri e di Luigi Piccolo, amministratore di Atc durante la legislatura di Roberto Cota. Ufficialmente cacciati ai sensi dell’articolo 36 dello Statuto che prevede l’estrema sanzione disciplinare per chi “con atti, fatti, dichiarazioni o atteggiamenti anche omissivi, danneggi oggettivamente l’azione politica della Lega Nord o delle Nazioni, ovvero cerchi di comprometterne l’unità o il patrimonio ideale”. Motivazioni, quindi, di carattere politico, anche se in un primo tempo si era parlato di vicende finanziarie, relative a mancati o ritardati versamenti al partito (terreno insidioso, quello, viste le tantissime defezioni). Nel caso di Angeleri, poi c’è anche un giallo: lui, infatti, la tessera l’aveva riconsegnata con tanto di dichiarazioni pubbliche contro la Lega e la “Cotacrazia”, salvo ricomparire, con i galloni del militante, lo scorso autunno.

 

Una decisione presa all’unanimità dal politburo leghista di via Bellerio, con il solo voto contrario di Umberto Bossi. Ma il giro di vite è solo all’inizio e nei prossimi giorni a finire alla porta potrebbe essere l’ex segretario della Lega di Novara Luca Bona, già defenestrato alla vigilia del congresso per far posto a un commissario e ora a un passo dal definitivo addio. Tutti e tre – Angeleri, Piccolo e Bona - rappresentavano la prima linea dell’esercito di Gianna Gancia, sfidante di Molinari, cui Salvini chiese più volte un passo indietro per evitare di spaccare il partito. Lei decise di andare avanti, il testa a testa diventò serrato e con l’esasperazione degli animi “qualcuno ha pisciato fuori dal vaso” per dirla con le parole di un militante di vecchia data. Come spesso accade in questi casi, chi si è esposto maggiormente è il primo a saltare nei giorni della “restaurazione”, un segnale che Salvini vuole dare per spegnere ogni focolaio di dissenso rimasto acceso qua e là dopo il confronto del Palasport di Collegno, dove peraltro lady Calderoli ha ottenuto ben più del previsto, raggiungendo il 45 per cento delle preferenze. Il caso di Bona sarà affrontato dalla Segreteria Federale; a lui vengono contestati una serie di affermazioni via social, come la definizione di “Lega mediterranea” o la contestazione dell’alleanza “con i fascisti”.

 

Un pugno di ferro dai più atteso, anzi per certi versi preannunciato proprio da Salvini, quando replicando a Bossi e alla sua richiesta di maggior democrazia interna al partito, disse: “Dovrei imparare da te, Umberto”. Una promessa più che un auspicio, minaccia diventata profezia all’indomani della normalizzazione imposta. Non è tutto. Nei giorni scorsi, il Consiglio provinciale di Torino ha provveduto al commissariamento di tutte le sue sezioni, ufficialmente “per adattare la struttura politica interna del Movimento ai nuovi assetti normativi”, cioè alle circoscrizioni previste dall’Italicum. Intanto è stata nominata vicesegretaria Chiara Bosticco, vicina all’ex deputato Davide Cavallotto, mentre tra i commissari figura anche Sara Zambaia, nuora dell’ex capogruppo a Palazzo Lascaris Mario Carossa: tutti sostenitori di Molinari al congresso. 

print_icon

23 Commenti

  1. avatar-4
    03:59 Domenica 10 Aprile 2016 Enea Sempre verdi

    Piccolo chi,quello stava 26 anni fa nella giunta Zanone con i pensionati? Che longevità, andrà in pensione senza aver mai davvero lavorato.

  2. avatar-4
    10:39 Venerdì 04 Marzo 2016 moschettiere Aprire gli occhi, please

    Certo che pensano. E ci mancherebbe. Il problema è a cosa...

  3. avatar-4
    22:54 Mercoledì 02 Marzo 2016 piemont Quel che conta...

    Angeleri e Gancia hanno troppe preferenze per stare in Lega. E poi hanno un grande problema:pensano anche...

  4. avatar-4
    15:59 Mercoledì 02 Marzo 2016 FedeBon Non credete sia ora di smetterla?

    Che pena leggere tutti questi commenti, ma la si vuole smettere una volta e per tutte di darsi contro uno con l'altro?C'è stato un Congresso, è stato eletto un nuovo Segretario Nazionale, i Leghisti devono accettare il voto e collaborare a che si possa lavorare bene e tutti.Le espulsioni? Probabilmente (anzi sicuramente) ci sono persone che in "campagna elettorale" non si sono mosse in modo corretto e le decisioni del Federale credo siano state prese alla luce di fatti e non di parole.Ci sono delle elezioni in vista e tutti dobbiamo collaborare a che la Lega ritorni a essere protagonista sul territorio e non nell'atrio dell'"Asilo Infantile" quale sembra essere ancora oggi l'ambiente in cui ci stiamo muovendo.Molinari è il nuovo Segretario nazionale, bene tutti dobbiamo dargli una mano; la controparte, Gancia, torni a fare la Consigliera Regionale che è un impegno di non poco conto.Le faide ricordano tanto altre latitudini italiche.

  5. avatar-4
    14:43 Mercoledì 02 Marzo 2016 moschettiere Franchezza

    Non capisco perché ci si riferisce sempre come se tutto fosse deciso in Piemonte. Vogliamo capirlo che le esplulsioni sono state decise al federale e col solo voto contrario di Bossi (ormai in solitario esilio)? Esiste un regolamento, esiste un esecutivo, cosa c'è di strano che chi boicotta la linea politica accettata e legittima e dunque chi danneggia la Lega, deve essere considerato estraneo alla Lega stessa? E provate a leggere anche qui i toni dei commenti: chi non la pensa come voi riceve minacce e insulti!

  6. avatar-4
    13:44 Mercoledì 02 Marzo 2016 moschettiere Disco rotto?

    Ma qui c'è un disco rotto? Copia incolla da un altro commento... mamma mia che pena!

  7. avatar-4
    13:42 Mercoledì 02 Marzo 2016 Quincy Ma Bossi aveva ragione...

    Bossi l'ha sempre detto... È già difficile far stare insieme tutti, figuriamoci un movimento nel movimento. L'Mgp ha rovinato e sta rovinando la Lega. Se questo è il nuovo corso della Lega in Piemonte, con una espulsione dietro l'altra, allora siamo alla frutta. Gente che vuole comandare che non sa nemmeno quale è l'articolo 1 dello statuto.

  8. avatar-4
    13:16 Mercoledì 02 Marzo 2016 Wlalega2015 Moschettiere sei utile come uno zingaro al semaforo

    che vita triste vivere allombra di terzi e non riuscire mai emergere,non trovare una propria personalità. La tua non e una vita da mediano e una vita inosservata, un clandestino. Rappresenti la vera mediocrità non dovevi definirti moschettiere ( gia questo illumina la tua pochezza ) il nome adeguato per te era Ing. Fantozzi.

  9. avatar-4
    12:52 Mercoledì 02 Marzo 2016 moschettiere Aiuto!

    Pensandoci però ho davvero paura... mi "tremullano le gambe..." anche mi consola il fatto che occorrerebbero 4/5 persone per aver ragione su di me... Aiuto!

  10. avatar-4
    11:26 Mercoledì 02 Marzo 2016 moschettiere Che carino

    Simpatiche le minacce anche fisiche. Quando manca il cervello in effetti lavorano solo i muscoli. Devo ammettere che mi fa piacere constatare simili bassezze palesate, mi spiace solo deludere l'acefalo di turno che regolarmente mi attribuisce un'anagrafe sbagliata!

  11. avatar-4
    07:38 Mercoledì 02 Marzo 2016 Veritas2015 Bauuu

    Moschettiere stai ben ritentanato come i sorci che appena tiri fuori la testa conosco almeno 4/5 persone che ti fanno saltare tutti i denti.

  12. avatar-4
    00:30 Mercoledì 02 Marzo 2016 gattonero Dante...purgatorio, canto VII..

    ...ohi serva Lega, di dolore ostello. Nave senza nocchiere in gran tempesta......Non donna di province ma,BORDELLO. Forse è troppo nobile citare il Sommo Poeta per questi quattro scalzacani......

  13. avatar-4
    00:00 Mercoledì 02 Marzo 2016 moschettiere Tristezze

    Qui si fanno dei minestroni dagl'ingredienti davvero incredibili. In politica sovente ci si deve turare il naso (Montanelli docet) e guardare verso l'obiettivo finale. Anche a me non piacciono o vari Carossa

  14. avatar-4
    21:02 Martedì 01 Marzo 2016 rimpiango cotino ridicoli

    Se invece di consolidare chi Non ha appoggiato Molinari, si inizia con le espulsioni, durerà poco questo corso. Troppi ex nemici, ora amici per convenienza....

  15. avatar-4
    20:53 Martedì 01 Marzo 2016 piemont PIU' PILU PER CAROSSA E

    Come si legge da alcuni giornali si dice che Molinari avrebbe preso, anche dopo non essere piu' assessore in regione, svariate di mille euro dall' allora capogruppo Carossa...( vedi rimborsopoli).a che titololo non si sa ....ma leggere che la nuora di Carossa e' tra i commissari della lega a torino qualche dubbio viene..( scambio voto ricompensa ? ?!!) mah !! di sicuro e' che il figlio di Carossa sui social e' molto ed era molto attivo pro Molinari...ma le coicidenze della vita sono infinite!!! W il vecchio ..ops il nuovo che avanza !! Pero' i militonti della Lega non si fanno due domande ?... P.S aspettiamo smentite da Carossa e Molinari in merito , gia chieste ma mai arrivate....

  16. avatar-4
    18:06 Martedì 01 Marzo 2016 Bandito Libero riportare l'ordine va bene, ma le teste pensanti servono

    e che vi piaccia o no, Antonello Angeleri è una delle migliori teste pensanti che la Lega torinese abbia mai avuto, da sempre. Non so bene di cosa sia accusato, spero solo che non debba pagare due cose: avere intelligenza ed avere palle. Perché un'altra cosa che lui ha (ed altri assolutamente NO), sono due palle così. La Lega ci perde parecchio mettendolo fuori. Sinceramente mi spiace molto.

  17. avatar-4
    16:09 Martedì 01 Marzo 2016 Vera lega Sempre per la massima coerenza !

    Dicono che oggi abbia preso servizio in Regione ( profumatamente pagato) Cesare Pianasso , segretario del Canavese. Avendo il Canavese votato in massa Molinari , adesso si pagano le promesse. Con soldi pubblici!!!!

  18. avatar-4
    15:27 Martedì 01 Marzo 2016 Sex Opportunisti e faccendieri della politica, fuori ???

    I vice di Salvini entrambi con qualche problema di rimborsopoli, le mogli del leader sistemate in Regione. Rizzo e le dentiere d'oro, lauree prese da tutte le parti del mondo, consiglieri della regione Piemonte che dopo aver pareggiato pensano a ricandidarsi alle comunali ....ecc....ecc.... E si la Lega è un'altra cosa !

  19. avatar-4
    15:25 Martedì 01 Marzo 2016 ubi veritas Evvai!

    Moschettiere ha ragione . Opportunisti e faccendieri fuori ! In ordine quindi ci saranno le espulsioni di Montani (senza stipendio dei cittadini con cosa campa ....) e Carossa e familiari tutti (nepotismo a go go) . L'utilissimo Albano (l'unico che può ringraziare rimborsolopoli) e Cavallotto vanno bene . Quest'ultimo non prende voti ma un mestiere di venditore di mutande ce l'ha

  20. avatar-4
    15:25 Martedì 01 Marzo 2016 moschettiere Pugno di ferro ai farisei

    Nessuna pietà per le vipere in seno, e occorrerà anche non dimenticare il comportamento opportunista e ambiguo di certi sepolcri imbiancati stile Borghezio (tanto per non far nomi) che sono stati alla finestra in attesa di capire con certezza i pronostici e buttarsi, tra ipocriti atti di fede, col vincente.

  21. avatar-4
    15:08 Martedì 01 Marzo 2016 Tiocfaidh ár lá Ripeto: SCOPE!

    Quindi in Lega piemontese ci sono persone che non versano o che sono in ritardo nei versamenti?! e guarda caso sono stati supporters della Gancia?! che vengano "esposti" ai militanti delle provincie prive di sedi o dove i militanti sono costretti ad autotassarsi per tenerle aperte....SCOPE! SCOPE!

  22. avatar-4
    13:46 Martedì 01 Marzo 2016 el carussin zambaia

    già nelle segreteria di un paio di assessori regionali. carossa tiene famiglia :D

  23. avatar-4
    13:37 Martedì 01 Marzo 2016 moschettiere Ben venga

    Assolutamente corretto. Ai sabotatori della linea politica della Lega si riservi il trattamento che meritano. Opportunisti e faccendieri della politica, fuori!

Inserisci un commento